Campobasso, Praitano ha illustrato le attività svolte nel 1° anno di mandato

16

praitano

Illustrate in Consiglio Comunale le attività svolte dai settori delle Politiche Sociali, Politiche Giovanili, Sport e Istruzione

CAMPOBASSO – È stata ampia e dettagliata la relazione portata in Consiglio Comunale dall’assessore Praitano, chiamato, come gli altri rappresentanti della Giunta, a informare il Consiglio sulle azioni condotte nel corso del primo anno di mandato nei settori di propria competenza, ovvero Politiche Sociali, Istruzione, Politiche Giovanili e Sport.

“Partendo dalle Politiche Sociali, – ha detto Praitano – l’attività svolta nel periodo di riferimento è stata incentrata sulla ricerca di finanziamenti extra comunali da dedicare a progetti innovativi che possano dare ulteriore slancio ad alcune aree del Settore. Certamente l’obiettivo più importante raggiunto è stata l’aggiudicazione del bando su “Innovazione sociale” indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, la cui prima fase è cominciata da qualche settimana e che prevede diverse attività a tutela dei minori e delle famiglie. Tuttavia, il Comune è in attesa di esito rispetto alle candidature su altre misure per le quali è stato fatto un grande sforzo per presentare le migliori proposte possibili, spesso con il coinvolgimento del Terzo Settore, in molti casi anima delle Politiche Sociali. Si è proceduto nel segno della continuità rispetto alla programmazione degli anni precedenti, cercando, ove possibile, di apportare delle migliorie, forti dell’esperienza del personale che da tempo è impegnato nell’Area. Si ritiene che di solito la velocità con cui si riesce ad operare in situazioni di difficoltà sia importante almeno quanto l’intervento stesso. Questo aspetto si è cercato di curarlo con particolare attenzione, attuando azioni tempestive per fornire risposte adeguate alle esigenze dei cittadini. Nel periodo che stiamo vivendo, caratterizzato da un mutamento nella società determinato dalla pandemia e dalle conseguenti restrizioni che ne sono derivate, la lettura della situazione locale è molto difficile, ma si è avvertita chiaramente diffusa la richiesta di aiuto da parte di moltissimi nuclei familiari che fino a ieri non erano nei radar dei Servizi Sociali. Per questo motivo è stato eseguito un monitoraggio costante delle richieste pervenute e degli interventi effettuati, con la raccolta di dati ed informazioni che parzialmente verranno riportati di seguito. Numerose sono state le iniziative di sensibilizzazione o di promozione della partecipazione, quale ad esempio può risultare la riattivazione della Consulta della Salute Mentale oppure le giornate dedicate alla prevenzione per la tutela della Salute, come, ad esempio, lo screening patrocinato ed organizzato dal Comune in collaborazione con l’Ordine dei medici di Campobasso”.

Su quanto fatto in termini di Politiche Giovanili, Praitano ha aggiunto: “Le attività rivolte ai giovani della città sono state prevalentemente incluse nella programmazione di diverse altre aree d’intervento, laddove si è cercato sempre di valorizzare la partecipazione di ragazzi a eventi di carattere culturale, sportivo, formativo e ludicoricreativo. Oltre alla partecipazione dell’Ente ai due circuiti storici come ITER e BJCEM, un evento in particolare merita menzione perché realizzato direttamente con gli studenti di alcune scuole superiori della città. Si tratta della gara musicale tenutasi nel periodo natalizio del 2019, Mic Drop. L’iniziativa ha riscosso un discreto successo e avrebbe avuto sicuramente una seconda edizione se l’attuale periodo l’avesse consentito”.

Per quanto concerne le strutture, Praitano ha specificato che il Comune di Campobasso conta diverse strutture sportive la cui gestione è in gran parte esternalizzata.

“L’azione principale svolta è consistita nel monitoraggio e il controllo del rispetto delle convenzioni in essere. – ha detto Praitano – Per quanto concerne eventuali interventi di manutenzione degli impianti, di competenza del Comune, si è cercato di fornire supporto ai privati gestori, proponendosi quale punto di riferimento, al fine di velocizzare i lavori, in collaborazione con il settore dei Lavori Pubblici. Nel corso dell’ultimo anno, causa Covid-19, non si sono svolte molte attività, tanto che alcune gare tradizionali come ad esempio la Su & Giù e la Marcia dei Misteri quest’anno non si sono disputate. Tuttavia, facendo riferimento all’anno 2019 l’Amministrazione ha dato supporto e visibilità a tutte le manifestazioni sportive organizzate dalle società sportive, cercando di dare enfasi alla promozione dello sport. Sono stati attivati alcuni percorsi sperimentali, come ad esempio la gestione del campo di via Monte Grappa, allo scopo di coinvolgere giovani in attività sportiva “spontanea”, quella che solitamente viene definita “di strada”. Anche l’evento presso il vecchio campo “Romagnoli”, Sport for values, ha avuto lo stesso obiettivo e in una tre giorni, sono stati molti i ragazzi che hanno partecipato, cimentandosi con lo skateboard, con la mountain bike, con il basket 3 vs 3, in un contesto arricchito da musica e graffiti”.

“Nel campo della Pubblica Istruzione – come ha spiegato Praitano – Il comune denominatore delle azioni poste in essere nel periodo di riferimento è stato il processo di digitalizzazione delle procedure di iscrizione ai vari servizi gestiti dal Comune quali: la mensa, le cedole librarie e il trasporto scolastico, con l’implementazione del pagamento a distanza. Durante tutto il periodo della pandemia si sono intrattenuti costanti rapporti di collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e i dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi, ma anche di alcuni Istituti della scuola secondaria di secondo grado, con l’obiettivo di realizzare le modifiche strutturali che si sono rese necessarie per l’ampliamento degli spazi attraverso i finanziamenti nazionali all’uopo stanziati. Inoltre, si è fornito costante supporto per la risoluzione di problemi attinenti alla gestione delle strutture scolastiche, fungendo da organo di contatto tra le Istituzioni scolastiche e il settore Lavori Pubblici del Comune. Ci si è protesi verso il sistematico coinvolgimento degli studenti in tutte le iniziative ed i progetti che avessero una valenza educativa, soprattutto in termini preventivi rispetto a rischi di devianze e di promozione del senso civico. È stato istituito il Comitato mensa, per migliorare il servizio attraverso il dialogo tra le diverse parti: Comune, ASREM, Scuola e genitori”.