Campobasso Scuole sostenibili – Contest Rifiuti Zero, il progetto SEA

16

incontro sea

Tre giorni di confronto con i più piccoli con l’amministratore unico di Sea e l’assessore all’ambiente del Comune di Campoobasso

CAMPOBASSO – 5 Istituti, 13 plessi e oltre 1700 bambini convolti. Numeri che attestano il grande successo del progetto “Campobasso Scuole sostenibili – Contest Rifiuti Zero” promosso da SEA spa e dal Comune di Campobasso. In occasione di una fase prima conclusiva della progettazione che ha visto i più piccoli impegnati in diverse attività, l’amministratore unico della SEA, Stefania Tomaro, e l’assessore all’Ambiente, Simone Cretella, nei giorni scorsi sono stati ospiti nei diversi plessi per conoscere da vicino i protagonisti dell’importante progetto educativo accolto con grande interesse dai docenti e dagli alunni.

“Un percorso di sensibilizzazione sulla tematica dei rifiuti volto a mantenere elevata l’attenzione dei cittadini e in particolare del mondo scolastico rispetto alla corretta gestione dei rifiuti. Perché questo accada, è necessario un profondo cambio di mentalità che coinvolga le istituzioni e le singole persone. E questa nuova consapevolezza non poteva che iniziare dalle scuole. Soprattutto dai più giovani, quelli che oggi vengono chiamati “nativi ambientali”: una generazione che nella quotidianità dei comportamenti trova come prospettiva naturale il rispetto dell’ambiente in cui vive”. Sono state queste le parole di commento dell’amministratore Stefania Tomaro, che punta su una profonda consapevolezza civica per migliorare la raccolta differenziata e la sostenibilità ambientale del territorio.

Gli incontri hanno avuto come caratteristica principale l’interazione diretta con gli studenti che, partecipando all’articolato progetto promosso da Sea e Comune che si avvia alle fasi finali, si sono dimostrati molto sensibili e interessati tanto da diventare loro stessi portatori di argomenti di discussione e confronto, guidati dalla partecipazione attiva e interessata del corpo docente.

Tutte le classi partecipanti si sono date da fare per realizzare non solo quanto richiesto nel progetto, ma ne hanno anche ampliato la portata grazie all’impegno multidisciplinare che ha coinvolto il corpo docente, estremamente motivato nel fornire nuovi strumenti didattici e interdisciplinari agli studenti.

“Vedere bambini di 7 anni rispondere correttamente a domande sulle 3R e realizzare quanto interesse vi sia intorno a queste tematiche è motivo di orgoglio e crescita per la Città. Siamo in un momento storico molto particolare e vedere i più piccoli protagonisti attivi del cambiamento fa ben sperare in un futuro sostenibile”, ha commentato l’assessore Simone Cretella. Nel corso dei numerosi incontri, in una tre giorni piena e ricca di stimoli, e grazie ad una progettualità che ha saputo cogliere gli obiettivi, è stata inaugurata una nuova stagione che porterà a nuovi e stimolanti incontri per guidare, formare, potenziare il capitale di Campobasso: le giovani generazioni.