Campomarino: somalo condannato per terrorismo a 2 anni e 6 mesi

59

 CAMPOMARINO (CAMPOBASSO) – Il 22enne Imam somalo che era finito in manette lo scorso marzo in un centro di accoglienza di Campomarino, con l’accusa di istigazione al terrorismo, è stato condannato a 2 anni e 6 mesi di reclusione.

La sentenza è arrivata al termine del processo con giudizio immediato. La Procura aveva chiesto per l’imputato (che ha respinto ogni accusa) una condanna a 7 anni e adesso ha annunciato che ricorrerà in Appello.

Secondo l’accusa lo straniero, attualmente rinchiuso in carcere a Sassari, incitava alla Jihad all’interno del Centro che lo ospitava, esaltando gli attentati e preparandosi a realizzarne uno alla stazione Termini di Roma.

Il fatto era stato denunciato dai suoi stessi compagni migranti. Erano così scattate le indagini, che hanno poi portato al processo nei confronti del giovane.