Cantiere ditta molisana chiuso per racket a Napoli, c’è un arresto

18

PoliziaISERNIA – C’è un arresto per il tentativo di pizzo fatto al cantiere della ‘Spinosa Costruzioni’ di Isernia, impegnata nei lavori di restyling di Porta Capuana, in seguito alle quali venerdì scorso (9 maggio) il titolare dell’impresa aveva deciso di fermare i lavori: per due giorni, infatti, si erano ripetute le richieste di soldi e le minacce.

L’uomo si era presentato al cantiere e aveva minacciato i dipendenti così: “Chiudete tutto e venite a parlare, altrimenti vi spariamo uno ad uno”. Dopo la denuncia alla polizia e dopo un ennesimo tentativo di racket, il titolare aveva optato per la chiusura.

Ora in manette è finito un pregiudicato del posto. A incastrarlo sono stati i filmati dei sistemi di videosorveglianza del cantiere che hanno consentito l’individuazione del modello e della targa dello scooter utilizzato dall’estorsore.

E ieri il cantiere è stato riaperto: mezzi all’opera e dipendenti al lavoro. Ma nessuno ha avuto voglia di parlare: “Siamo tranquilli e siamo al lavoro”, queste le uniche parole pronunciate da alcuni lavoratori del cantiere.