Cerimonia del Giuramento di Ippocrate, il messaggio di Toma ai neomedici

78

toma

CAMPOBASSO – Il presidente della Regione Molise, Donato Toma, ha partecipato, questa mattina in videoconferenza, alla cerimonia del Giuramento di Ippocrate, che l’Ordine provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Campobasso organizza ogni anno nell’ambito dell’Assemblea generale degli iscritti. Un momento solenne che sancisce, per i neoiscritti, l’inizio della professione medica.

Nel suo intervento, il presidente ha ringraziato i medici e, insieme a loro, gli infermieri e il personale socio-sanitario, impegnati da mesi a fronteggiare la pandemia. Si è soffermato sul sistema sanitario nazionale evidenziando come lo stesso risulti indebolito a causa del contenimento della spesa, in forza del quale il Governo centrale ha praticato tagli lineari, impedito il turnover, bloccato i concorsi, marginalizzato la medicina territoriale.

Per Toma, la sanità è un settore strategico, di rilevante importanza per il sistema Paese. Occorre fare investimenti importanti, ripristinare e favorire il turnover, avviare una programmazione pluriennale, potenziare la medicina territoriale, rivedere il meccanismo d’ingresso nelle Scuole di specializzazione e, forse, anche nella Facoltà di medicina.

Per questo ha auspicato che, a breve, sia attuato il nuovo Patto della Salute, che ridisegna radicalmente l’impianto del Servizio sanitario nazionale.

Il presidente Toma, nel formulare ai neomedici gli auguri di una carriera brillante e ricca di soddisfazioni, ha ricordato come nell’esercizio della professione siano fondamentali l’appropriatezza e l’umanizzazione delle cure e si è detto certo che tali principi orienteranno il loro operato nella società.

Foto tratta dal portale Regione Molise