Comprava droga sul ‘deepweb’, arrestato dalla Squadra mobile di Campobasso

70

polizia stradaleCAMPOBASSO – Acquistava ketamina su Internet attraverso il cosiddetto ‘deepweb’, il mondo online parallelo a quello ufficiale dove è possibile comprare droga, armi e altro materiale illecito mantenendo l’assoluto anonimato e la pagava in ‘bit-coin’, la moneta digitale. La droga veniva successivamente inviata a una casella di fermo posta affittata con un falso nickname.

Al termine di un’indagine la Squadra mobile di Campobasso ha arrestato un 26enne del capoluogo, con precedenti specifici. Dovrà rispondere di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi da sparo.

Il giovane è stato trovato in possesso di 55 grammi di ketamina purissima e di due Taser, storditori elettrici muniti di dardi che, secondo la recente giurisprudenza, sono assimilati alle armi. Nel corso di una perquisizione domiciliare gli agenti hanno rinvenuto circa 30 plichi postali provenienti da Paesi esteri e numerosi involucri di vecchie spedizioni dello stesso genere, oltre a due bilancini di precisione ed altro materiale.

Materiale, spiegano dalla Questura, che fa ritenere come il giovane fosse uno dei maggiori canali di approvvigionamento e rivendita di ketamina per il capoluogo molisano, oltre a un esperto nel taglio di droghe sintetiche. Il Pm ha disposto la misura degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.