Crema – La Molisana Magnolia: dove vedere la partita del 19 novembre

7
la molisana allenamento
La Molisana allenamento – photocredit: Maurizio Silla

L’idea tattica del coach delle magnolie Mimmo Sabatelli: «Non dovremo correre dietro di loro, ma saper gestire i ritmi»

CAMPOBASSO – La ferma volontà di mettere da parte lo stop interno contro la corazzata Schio e provare a ripartire di slancio in vista degli impegni del mese di dicembre (dopo questo turno tutto al sabato, infatti, il campionato ritornerà tra due weekend, complice la terza finestra di qualificazione agli Europei femminili in programma il prossimo anno in Slovenia ed Israele). La Molisana Magnolia Campobasso ha ben chiaro davanti a sé l’obiettivo da raggiungere in una trasferta non semplice, quella del PalaCremonesi, sul parquet della neopromossa Crema, formazione in grande ascesa come testimoniato dal netto successo di domenica scorsa a San Martino di Lupari o, nel turno precedente, dall’aver creato nel derby più di una difficoltà – sempre in esterna – al Geas Sesto San Giovanni, impostosi solo all’ultimo possesso.

AVVICINAMENTO FELICE – Dalla sua, il coach dei #fioridacciaio Mimmo Sabatelli ha la serenità di un avvicinamento nel complesso confortante alla contesa.

«Abbiamo fatto una buona settimana di lavoro – spiega alla vigilia – con alla base una grande serenità. L’intento è stato quello di preparare al meglio la sfida contro una squadra senz’altro in salute».

GRUPPO COMPATTO – In effetti, smaltito l’adattamento alla massima serie, il gruppo affidato alle cure tecniche di Giuseppe Piazza ha dimostrato di poter stare pienamente nella categoria. Del resto, attorno al gruppo che ha condotto la squadra in A1 con in testa il folletto Rae Lin D’Alie attorniata da giocatrici del calibro di Norma Rizzi, Francesca Melchiorri, Alice Nori ed Anastasia Conte, Paola Caccialanza e Martina Capoferri (tutti elementi con una bella esperienza nel club), il club cremasco – che, dalla sua, ha il record, nel palmares, di ben cinque Coppa Italia di A2 consecutive vinte, di cui la seconda ottenuta nelle Final Eight ospitate al PalaVazzieri – ha aggiunto quest’estate un terzetto di straniere come quello composto dalla guarda statunitense Jasmine Dickey (out domenica scorsa in Veneto), l’ala magiara Beatrix Meresz e la pivot guineana Masseny Kaba.

«È un gruppo con tante cestiste di rilievo, tutte in grado di fare la differenza. Dovremo affrontarle con la giusta serenità, senza farci prendere dalla frenesia di voler forzare ritmi e tempi, come avvenuto in alcuni casi contro Schio».

RIENTRA ROBYN – Rispetto alla sfida con le orange, seppur ancora senza Blanca Quiñonez (l’ecuadoriana sarà a tutti gli effetti a disposizione sin dal match interno contro San Giovanni Valdarno del 4 dicembre, le rossoblù ritroveranno l’ala statunitense Robyn Parks che, oltre che un fattore offensivo, sa essere anche un molosso difensivamente, come testimoniato dalle ultime statistiche rese note dalla Lega Basket Femminile.

«Fortunatamente ha recuperato e potrà essere della partita – ammette coach Sabatelli – e, come sempre, sarà un riferimento per noi».

D’ALIE MOOD – Sull’altro fronte, nei fari dell’analisi tattica dello staff tecnico rossoblù, è finita in prima battuta proprio D’Alie. «Parliamo di una giocatrice di spessore, che sa come trasmettere energia e voglia al gruppo. Senz’altro è stata lei il fattore dell’exploit a San Martino di Lupari. Il fatto che sia un gruppo che si conosce da diverso tempo e che ha un’idea ben precisa – quella di correre e difendere tanto – le rende ancor più ostiche».

«Per noi così – aggiunge coach Sabatelli entrando nel tema del piano partita – sarà fondamentale la gestione del ritmo. Non dovremo correre dietro di loro, ma sarà determinante difendere e giocare con serenità, evitando di commettere qualsiasi tipo di errore».

PARTICOLARI A LATERE – Con diretta esclusiva della contesa in streaming su Lbftv, la piattaforma pay della Lega Basket Femminile, ed avvio in contemporanea con le altre cinque gare del turno alle 20.30 (solo Virtus Bologna-Reyer Venezia alle 18, gara di cartello del turno, e San Giovanni Valdarno-Moncalieri alle 19 prenderanno le mosse prima), la sfida – prima assoluta tra i due club – sarà diretta da una terna mista composta dal veronese Daniele Yang Yao, dal ravennate Fabio Bonotto e dalla milanese Cristina Mignogna.