Dolceamaro verso i 50 anni di attività: come è nata, la storia

5

“Innovazione e tradizione continueranno a contraddistinguere le scelte strategiche dell’azienda molisana”

confetti papaMONTERODUNI (IS) – L’azienda Dolceamaro Srl dei fratelli Claudio e Silvano Papa compirà cinquant’anni a gennaio 2022. E come ogni compleanno che si rispetti, è tempo di festeggiare questo grande avvenimento. Un anno – così come quello precedente – ricco di incognite, dubbi ma anche opportunità. Ma l’impresa di raggiungere il traguardo del cinquantesimo è riuscita: Claudio e Silvano Papa, eredi di un patrimonio immenso e ricco di tradizioni, si accingono ad aprire una stagione di eventi, tra cui appuntamenti tematici e seminari, per far conoscere a esperti, appassionati e giovani la loro arte che si tramanda di generazione in generazione.

La storia inizia sul corso principale di Cassino, 50 anni fa, dove Pietro e Rosa Papa acquistano un bar, gelateria e pasticceria nella loro città. A distanza di qualche anno viene acquistato il primo negozio di bomboniere, idea che verrà replicata di lì a poco a Isernia, dove oggi si trova il punto vendita aziendale di Paolo, fratello di Claudio e Silvano Papa. Si dà vita così a ciò che sarà la più grande passione di famiglia. “L’inizio della produzione di confetti risale al 1987 quando con mio fratello Claudio si costituisce una società artigiana, il cui brand prese il nome di “Papa Confetti e Cioccolato”, volta proprio alla produzione e vendita dei confetti della tradizione abruzzese e molisana. All’inizio si producevano confetti per i nostri due punti vendita, ma ben presto le esigenze di produzione rivelarono la necessità di allargare il giro”, spiega Silvano Papa.

All’inizio degli anni 90 del secolo scorso, la tradizione confettiera di un prodotto realizzato con mandorle pelate e zucchero si estende fino all’introduzione del cioccolato.

“Mandorle, nocciole, chicchi di caffè, frutta candita ricoperti di cioccolato diventano la nuova proposta dell’azienda – racconta Silvano Papa – Vi è inoltre un aggiornamento tecnologico sui processi di confezionamento.I prodotti bassinati – ovvero prodotti nelle bassine, piccole macchine in rame tipiche della tradizione confettiera – divengono prodotti “cortesia”, confezionati singolarmente e destinati al mercato dell’ho.re.ca (Hotellerie-Restaurant-Café). Da lì a qualche anno, 1997 data di costituzione della Dolceamaro srl,che negli anni successivi assorbirà tutto il patrimonio delle aziende di famiglia, ci sarà un importante aggiornamento tecnologico sui processi di confezionamento. Il nostro prodotto diviene quindi ancora più versatile e adatto ad accontentare le richieste dei nostri clienti, tra cui abbiamo l’onore di servire i più importanti torrefattori e distributori europei”.

Ma la svolta arriva nel 2011 quando la Dolceamaro acquista il brand “Cuorenero”, ramo d’azienda del Gruppo Eridania Zuccheri. Una strategia di marketing di prodotto accurata e ben studiata porterà alla scelta di introdurre nell’offerta nuovi articoli da forno. Si iniziano a produrre macarons, donuts (uno dei prodotti più recenti), ma presto saranno introdotte nuove interessanti novità già allo studio. Tutto esclusivamente gluten-free e non fritto, il che rende ancora più ricercati questi prodotti.

L’azienda ha sempre puntato sull’innovazione di tecnologie e di prodotto per essere sempre al passo con i gusti delle nuove generazioni. Ma cosa è cambiato rispetto a 50 anni fa? “Siamo divenuti produttori e non solo commercializzatori – continua Silvano Papa – Oggi esportiamo in oltre 25 Paesi, tra cui USA, Canada, Australia, Brasile, Emirati Arabi, Arabia Saudita e Kuwait, il che ci rende davvero fieri del lavoro che stiamo facendo tutti insieme. L’azienda si è dotata delle certificazioni di processo (BRC-IFS-Gluten free) e prodotto (Kosher ed Halal) tra le più rigorose proprio per garantire, oltre al rispetto della qualità, elevati standard di sicurezza alimentare ed adatti a tutti. Ma è tutto in continuo divenire”.

Come potrebbero cambiare le tendenze del consumatore e, in tal caso, siete pronti a un rinnovamento che riguardi anche il prodotto? “La risposta già data indica come ci sia un forte processo di rinnovamento in atto. Nella primavera del 2022 sarà inaugurato l’ampliamento dello stabilimento che potenzierà la capacità produttiva dei prodotti da forno, dei prodotti cortesia (praline di cioccolato) e della confetteria. Innovazione e tradizione continueranno a contraddistinguere le scelte strategiche dell’azienda che prevede l’integrazione verticale con altri soggetti economici volta al rafforzamento patrimoniale”.