“Eco Art”, il progetto creativo presentato a Pettoranello

30

sfilata eco art 2022ISERNIA – La sostenibilità ha incontrato l’arte e la moda ha dato nuova vita ai materiali riciclati. Questo il senso e l’obiettivo di “Eco Art” il progetto creativo presentato presso gli stabilimenti dell’ex Ittierre a Pettoranello. Un evento in collaborazione con il Liceo artistico Manuppella di Isernia incentrato sull’ecosostenibilità artistica, al qualche hanno preso parte le istituzioni locali tra cui Piero Castrataro, sindaco di Isernia; Gabriella Faramondi, prefetto della provincia di Isernia; Vincenzo Cotugno, vicepresidente Regione Molise e assessore alla Cultura; Maria Teresa Vitale, dirigente Scolastico dell’ Isis Cuoco Manuppella.

L’azienda molisana Res – Recupero Etico Sostenibile della famiglia Valerio, ha dato vita a questo progetto con l’idea di promuovere i temi dello sviluppo sostenibile.

“Mettere in risalto la produzione di RES, che trasforma i rifiuti in risorsa e sostenere un’economia green in linea con le sfide globali”, lo ha dichiarato la referente per l’azienda RES Carmen D’Antonino, che ha illustrato l’iter dell’economia circolare, spiegando come “i capi di moda in passerella sono il risultato di un’attenta selezione, lavorazione e rigenerazione dei rifiuti”.

Anche Linda Berardi, professoressa Liceo Manuppella è intervenuta raccontando il progetto e la collaborazione nata con RES. “In occasione del progetto di alternanza scuola lavoro abbiamo dato vita ad un lavoro originale, con la creazione di 30 abiti e varie istallazioni con l’utilizzo di materiali riciclati. Ci siamo cimentati in qualcosa di molto importante: l’ecosostenibilità, grazie alla sinergia col Gruppo Valerio”.

“Grande lavoro di innovazione e ricerca da parte del Gruppo Valerio – ha commentato il vicepresidente della Regione Molise e assessore alla Cultura, Vincenzo Cotugno, che ha sottolineato “l’importanza di aver recuperato l’habitat e la struttura dell’Ittierre, ma ancora di più di aver lavorato in sinergia con il Liceo Manuppella coinvolgendo i giovani. Una nuova primavera per Pettoranello e per il Molise”.

Grazie all’impiego di tecniche innovative e alla creatività degli studenti, i materiali riciclati come plastica, carta e alluminio hanno sfilato sul palco divenendo capi di moda e mettendo in risalto la storia del territorio molisano.

“Unire ambiente, arte e scuola. – questa la mission dichiarata da Maria Valerio del Gruppo Valerio, promotore dell’evento – “Un progetto dedicato alla sostenibilità ma soprattutto ai giovani, un messaggio rivolto a loro. La scuola è il centro, il fulcro di tutto”.