Escursione al bosco di Corundoli con gli allievi della scuola di Petacciato

visita bosco Corundoli

MONTECILFONE – Tra miriadi di orchidee e farfalle, si è svolta nella giornata del 27 aprile, l’escursione didattica della classe 4 sez. B della scuola elementare di Petacciato. Il bosco di Corundoli comunemente chiamato bosco del cuore, per la sua forma identica ad un grande cuore, ha ospitato un gruppo di allievi desiderosi di conoscere le bellezze di un territorio ricolmo di Natura. A due passi dal centro di Montecilfone, paese di origine albanese, si estende per oltre 80 ettari di bosco collinare di latifoglie (roverella, cerro, leccio) che vegetano in associazione con il biancospino, il prugnolo, la ginestra e tantissime altre essenze.

Corundoli non è un bosco qualsiasi, basta entrarvi, fare pochi passi tra i tronchi decennali per capire subito che qui la natura esprime una forza antica e misteriosa. In passato possedimento dei Cavalieri di Malta, è interessante sia per la ricchezza della flora e fauna che per la natura carsica del suolo.

Il tesoro di biodiversità del bosco del cuore lo conoscono in pochi e bisogna vivere e frequentare il bosco di Corundoli per poterlo proteggere e preservare per poter capire che le risorse che la Natura può offrire siano ancora molte e accessibili.

La salute ed il buon funzionamento del pianeta su cui viviamo si reggono sulla biodiversità.

Eroina della giornata la piccola Giulia che, pur essendo impossibilitata momentaneamente a camminare, ha convinto il suo papà a portarla in braccio. Un gesto che fa capire quanto questi ragazzi, ed i loro genitori, abbiano a cuore la salute del Pianeta, al contrario di alcuni politici che hanno svenduto il bosco di Corundoli per pochissimi denari.

Hanno accompagnato i giovani allievi le maestre Serafino Rosanna e Antonietta Ricci, ospite d’onore è stata la DSGA Angela D’Ascenzo e i volontari di Ambiente Basso Molise.