Festa dell’Albero a Riccia: incontro e nuove piantumazioni

festa albero Riccia 2019

RICCIA – Una speciale Festa dell’Albero quella celebrata oggi dall’Istituto Professionale Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale di Riccia che, aderendo all’invito di Legambiente, ha organizzato un momento di confronto su tematiche ambientali e la messa a dimora di nuovi alberi.

A fare gli onori di casa è stata la dirigente Lucia Vitiello, che ha dato il benvenuto ad ospiti speciali, gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado di S.Elia a Pianisi. Insieme ai ragazzi delle terze di Riccia hanno potuto visitare la scuola, i numerosi laboratori, l’azienda agraria. I cambiamenti climatici sono al centro del Progetto Erasmus “Stop Climate Change- Together Europe Achieves More” in corso di realizzazione da parte degli studenti di S.Elia ha spiegato la preside. Nell’ultima mobilità in Polonia, alla quale hanno partecipato cinque studenti di S.Elia e Gambatesa, è emerso lo sforzo profuso dai vari Paesi europei per inculcare nelle giovani generazioni il rispetto dell’ambiente.

Il direttore regionale Legambiente Molise, Andrea De Marco, ha parlato delle azioni quotidiane che tutti possiamo mettere in atto per migliorare la sostenibilità ambientale limitando gli effetti dei cambiamenti climatici, come effettuare una corretta raccolta differenziata o puntare su spostamenti sostenibili. Tante le azioni intraprese in regione per sensibilizzare alle politiche green, tra le altre la prima edizione del Festival dello Sviluppo sostenibile. “I giovani sono i più sensibili e ricettivi, per questo è importante parlare con loro” ha affermato De Marco.

Ha illustrato l’importante ruolo del bosco, da un punto di vista naturalistico e sociale, Giovanni Santopuoli, docente Unimol di Selvicoltura speciale, Cartografia, Telerilevamento e Sistemi informatici geografici del corso di laurea in Scienze e Tecnologie Forestali. Il bosco è una risorsa preziosa da usare in maniera corretta per produrre un’infinità di servizi ecosistemici attraverso monitoraggio, osservazione continua nel tempo e gestione attiva.

“Parlare di alberi a Riccia equivale a riferirsi al bosco Mazzocca, area di 405 ettari al confine con Campania, sito Sic di interesse comunitario, polmone verde che necessita di piantumazione di nuovi alberi nella parte alta dell’area turistico-ricreativa- ha dichiarato Luca Coromano, assessore alle Politiche Agricole e Forestali del Comune di Riccia- La giornata nazionale odierna riguarda a livello locale anche il contesto urbano, con l’attenzione per una corretta gestione delle alberature cittadine e la salvaguardia della pubblica incolumità attraverso la rimozione di piante malate e l’impianto di nuove specie arboree”.

Nel giardino sensoriale dell’Istituto sono stati messi a dimora cinque alberi: olivo, ciliegio, fico, noce e nocciolo. Un gesto simbolico, come piantare una speranza. Così l’Istituto Omnicomprensivo del Fortore ha fatto proprio lo slogan “Un albero per il clima – ChangeClimateChange” di Legambiente che ha accompagnato l’edizione 2019 della Festa dell’Albero, per inaugurare una serie di azioni in difesa del clima, per la salvaguardia del Pianeta e di chi ci vive.