Hackerato il sistema informatico del Comune di Campobasso: stop servizi pagamenti

55

hacker greenCAMPOBASSO – Da ieri i sistemi informatici della ‘Advanced Systems spa’, partner tecnologico del Comune di Campobasso e software house per la gestione delle entrate, sono stati oggetto di un attacco informatico avvenuto attraverso un ransomware di ultima generazione che ha colpito alcuni server aziendali.

Lo rende noto il sindaco, Roberto Gravina. L’accaduto è stato prontamente denunciato alla polizia postale e sono state immediatamente avviate tutte le procedure previste dal protocollo di sicurezza interno. Sono state contemporaneamente avviate le attività di presentazione della prescritta comunicazione all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali. Allo stato attuale i sistemi informatici del partner tecnologico sono non operativi e, pertanto, risultano temporaneamente non pagabili i modelli ‘PagoPa’ emessi dal Comune.

Al momento, per consentire la piena operatività e la messa in sicurezza dei sistemi, gli stessi sono temporaneamente non raggiungibili. Sino alla risoluzione della problematica, dunque, non è possibile effettuare pagamenti tramite il sistema PagoPa attualmente utilizzato per la riscossione della Tari, Canone idrico, Tributi minori, lampade votive e canoni patrimoniali. Eventuali ritardi nei versamenti che saranno determinati dalla indisponibilità dei sistemi di pagamento, fa sapere Palazzo San Giorgio, non daranno luogo all’applicazione di alcuna sanzione o oneri aggiuntivi.