Il pianista jazz Antonio Artese pubblica ‘Two worlds’, il nuovo album

30
foto di Biancalisa Nannini

TERMOLI – Pubblicato dall’etichetta Abeat Records è uscito “Two Worlds”, nuovo disco di Antonio Artese, disponibile su tutte le piattaforme di streaming e, prossimamente, anche in copia fisica. Alla testa del suo trio, il pianista jazz e compositore molisano è affiancato da Stefano Battaglia (contrabbasso) e Alessandro Marzi (batteria). La tracklist del disco, presentato in anteprima a Santa Barbara, in California, è formata da nove brani, sette sono composizioni originali mentre “Lila (ninna nanna ucraina)” e “Un Bel Dì” (aria della Madama Butterfly di Giacomo Puccini) sono arrangiamenti.

“L’idea di questo cd – spiega Artese nel presentare il suo nuovo lavoro – nasce a Santa Barbara, in California, in occasione di un concerto con il mio West Coast Trio, allo storico “Lobero Theater”, nella data palindroma del 22-2-2022. I due mondi sono quelli che ho frequentato sin dagli inizi della mia formazione musicale: l’amore per il jazz e la musica classica, l’improvvisazione e la composizione, la cultura italiana e quella degli Stati Uniti, e della California in particolare, dove ho vissuto a lungo. L’album è una collezione di sette composizioni originali e due arrangiamenti che vogliono rappresentare la riconciliazione e il superamento di questi apparenti dualismi”.

Nato a Termoli, Artese si è esibito nella sua carriera sia come musicista classico che da pianista jazz in Europa (Francia, Spagna, Belgio, Svezia, Inghilterra) e negli Stati Uniti. Ha collaborato con decine di grandi nomi dej jazz e della musica classica, ha pubblicato quattro dischi e ideato e realizzato numeri festival. Da didatta, tiene masterclasses e lezioni in Italia e negli Stati Uniti.