Il sindaco Gravina alla “Giornata della Memoria dei Piccoli Angeli di San Giuliano di Puglia”

18

roberto gravinaCAMPOBASSO – Alle celebrazioni tenutesi a San Giuliano di Puglia questa mattina per la “Giornata della Memoria dei Piccoli Angeli di San Giuliano di Puglia” ha partecipato, rispondendo all’invito rivolto a tutte le istituzioni dal sindaco di San Giuliano di Puglia, Giuseppe Ferrante, anche il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina.

“Sono trascorsi vent’anni esatti dal terremoto del 31 ottobre 2002 che distrusse la scuola di San Giuliano di Puglia aprendo una voragine di dolore per le famiglie dei 27 bambini e per quella della loro maestra che il trascorrere del tempo non potrà mai arrivare a colmare – ha detto Gravina – Vent’anni che per San Giuliano di Puglia hanno significato un periodo lungo e non sempre semplice da dedicare alla ricostruzione della propria comunità sociale.

La Giornata della Memoria dei Piccoli Angeli di San Giuliano di Puglia è anche un punto fisso per tutte le istituzioni locali e nazionali che sono chiamate a non dimenticare ciò che accadde e soprattutto perché accadde. Riconoscerci tutti insieme, qui a San Giuliano di Puglia come in tante altre parti della nostra regione e della nostra nazione, nel ricordo delle vittime di quel terremoto e nel dolore interminabile delle loro famiglie, rende concreto quel profondo senso del dovere collettivo che è indispensabile mostrare ed esercitare per affrontare tragedie umane e sociali di simile portata, dalle quali, solo attraverso una sincera unità d’intenti, si può ripartire agendo a favore di una profonda e necessaria opera di ricostruzione che eviti di ricalcare gli errori tragici del passato”.