Isernia capitale della cultura, Cotugno: “La candidatura ci piace e ci inorgoglisce”

19

Vincenzo CotugnoCAMPOBASSO – La candidatura di Isernia a Capitale italiana della cultura “ci piace e ci inorgoglisce, ci rende fieri e ci sprona a unirci per raggiungere un traguardo oggi impensabile”. Lo scrive Vincenzo Cotugno (foto), vice presidente della Giunta regionale del Molise nonché assessore alla Cultura, commentando la candidatura del capoluogo pentro, inserito tra le 44 città italiane che dovranno inviare i dossier entro il 2 marzo.

“Plaudo a quanti hanno proposto la candidatura, in primis il sindaco Giacomo D’Apollonio, l’assessore comunale alla Cultura Eugenio Kniahynicki e tutta l’Amministrazione comunale – aggiunge Cotugno – La candidatura di Isernia non è né deve essere vista come fatto locale, bensì come sfida che coinvolge l’intero Molise. Per il momento va dato merito a chi ha creduto nell’identità e nella storia di un popolo e di un’intera regione. Il successo di Matera fu dovuto proprio alla capacità del popolo lucano di fare squadra. Sono convinto che anche noi molisani faremo altrettanto”.