Isernia, controlli del 2017: scattano le prime denunce e sequestri

113

foto controlli CarabinieriISERNIA – Primi servizi straordinari di controllo del territorio del 2017, sono stati predisposti dai Carabinieri in tutta la provincia di Isernia, al fine di contrastare ogni forma di criminalità e di illegalità.

Ad agire pattuglie dei Nuclei Operativi e Radiomobile e delle Stazioni, appartenenti alle Compagnie Carabinieri di Isernia, Venafro ed Agnone, affiancate da personale del Nucleo Investigativo Provinciale.

Senza soluzione di continuità le attività che nelle ultimissime ore dell’anno appena concluso avevano portato all’arresto di una banda di quattro pregiudicati di origine slava, dedita a furti in abitazioni, al recupero di refurtiva di ingente valore, ed al sequestro di ulteriori 50 kg. di materiali esplodenti, che hanno consentito così di togliere dal mercato illegale un quantitativo di oltre un quintale e mezzo di “botti killer”.

Tra ieri e oggi invece, sulle principali arterie stradali del territorio pentro, sono stati controllati centoventi veicoli in transito, identificate centocinquanta persone tra conducenti e passeggeri, dodici le violazioni riscontrate in materia di codice della strada e tre le patenti di guida ritirate.

Eseguiti inoltre accertamenti amministrativi e in materia igienico-sanitaria presso sette locali pubblici, di cui nei confronti del titolare di uno di essi, ubicato nella zona del venafrano, è stata applicata una sanzione amministrativa per aver abusato della diffusione di strumenti sonori oltre gli orari consentiti dalle Ordinanze Comunali.

Dieci gli alcool test effettuati per accertare un’eventuale guida in stato di ebbrezza. A Rionero Sannitico, una 25enne di Napoli, è stata beccata dai militari della locale Stazione in possesso di un involucro contenente dosi di marijuana. La droga è finita sotto sequestro mentre la giovane donna dovrà rispondere di detenzione illegale di stupefacenti. Ulteriori indagini sono in corso per accertare se le dosi erano per uso personale o se destinate all’attività di spaccio.

A Isernia, un 30enne della provincia di Teramo, è stato invece denunciato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile per inosservanza alla misura di prevenzione del divieto di ritorno nel capoluogo, cui era sottoposto per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

A Venafro, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 25enne ed un 26enne, entrambi del luogo, per il reato di lesioni personali, avendo aggredito, per futili motivi, con calci e pugni un 28enne anch’esso del posto.

Infine ad Agnone, un 30enne del luogo, ha forzato un posto di blocco dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, tentando una improbabile fuga. Infatti pochi minuti dopo i Carabinieri hanno accertato che il 30enne era senza patente di guida, poiché revocata circa 10 anni or sono, il veicolo era senza revisione e senza copertura assicurativa, e che lo stesso mezzo era di proprietà di un suo familiare, che dovrà a sua volta rispondere di incauto affidamento dell’auto, che è finita sotto sequestro.