Isernia, nuovo bando di servizio civile digitale

26
matticoli
Antonella Matticoli – Foto Comune Isernia

ISERNIA – Prosegue la proficua collaborazione tra il Comune di Isernia e l’Anpeas (Associazione Nazionale per la Progettazione e le Attività Sociali). Dopo aver presentato, nel mese di maggio, due progetti di servizio civile universale (uno che mira a rafforzare sul territorio isernino e del Molise gli interventi di protezione civile, l’altro rivolto alla popolazione disabile), il Comune si è voluto misurare anche con il nuovo bando di servizio civile digitale, avviato quest’anno in forma sperimentale, che prevede l’impiego di giovani volontari con il ruolo di facilitatori digitali. È un programma di intervento che permetterà a tante persone di ricevere supporto e formazione nell’utilizzo delle tecnologie, con il coinvolgimento dei giovani operatori volontari.

«Riteniamo che sia fondamentale – ha dichiarato l’assessore comunale alle politiche giovanili, Antonella Matticoli – accrescere le capacità e le competenze digitali dei cittadini e favorire l’uso dei servizi pubblici digitali, per promuovere il pieno godimento dei diritti di cittadinanza, per diffondere un approccio consapevole alla realtà digitale e per agevolare la collaborazione tra pubblica amministrazione, enti e cittadini».
Da qui la decisione di aderire al nuovo bando con altri due progetti. La prima proposta progettuale vede il Comune di Isernia quale Ente Titolare, con l’intento di realizzare un servizio di “facilitazione digitale” attraverso un’attività di “educazione digitale” sul territorio. L’obiettivo è quello di potenziare le azioni educative sull’utilizzo consapevole del digitale rivolte in particolar modo ai giovani e agli anziani.
Il secondo progetto, a titolarità Anpeas, al quale il Comune aderisce in qualità di ente della rete accreditata, prevede l’attivazione di “punti di assistenza digitale”, veri e propri sportelli con il compito di fornire assistenza alla fascia di popolazione adulta e anziana in condizione di disagio.