Isernia, organizzavano falsi indicenti stradali: tre persone denunciate

Altre due persone, denunciate per smaltimento illecito di rifiuti speciali

Ifoto-truffe-assicurativeSERNIA – Nell’ambito di un’attività investigativa condotta dai Carabinieri, tre persone sono state denunciate alla competente Autorità Giudiziaria, in quanto organizzavano falsi incidenti stradali tra le provincie di Isernia, Caserta e Napoli.

L’organizzazione composta da un 45enne di Napoli, con a carico numerosi precedenti di reato, un 35enne ed una 33enne di Venafro, al fine di trarne un ingiusto profitto attraverso il pagamento dei risarcimenti, producendo falsa documentazione, comunicavano alle Compagnie Assicurative interessate, che con una serie di autovetture, tutte intestate alla 33enne, erano rimasti coinvolti in sinistri stradali, con danni ai mezzi, di fatto mai avvenuti.

I militari della Stazione Carabinieri di Venafro, raccolte le risultanze investigative, hanno denunciato i componenti dell’organizzazione per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe assicurative e fraudolento danneggiamento di beni assicurati. Le attività di indagine continuano per accertare eventuali complicità di altri soggetti, e non si escludono pertanto ulteriori sviluppi sulla vicenda.

foto-deposito-inquinantiI Carabinieri della Stazione di Filignano, hanno invece denunciato i due responsabili di un capannone adibito a deposito, ubicato nella periferia del comune di Pozzilli, dove erano stati smaltiti illecitamente rifiuti speciali, anche di tipo pericoloso, consistenti in contenitori contenenti residui di liquidi provenienti da lavorazioni industriali, rottami ferrosi, parti di componenti meccaniche, oli esausti ed altro materiale inquinante.