Isernia, rapina nell’abitazione del notaio Gamberale: arrestato l’ultimo componente della banda

116

Si tratta di un 46enne originario di Aprilia, con a carico numerosi precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio

foto arrestoISERNIA – É stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Isernia, un 46enne di Aprilia, con a carico numerosi precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, riconosciuto quale terzo ed ultimo componente della banda di rapinatori che lo scorso sabato ha preso d’assalto l’abitazione del notaio Giuseppe Gamberale, ubicata nel centro del capoluogo “pentro”.

Il pregiudicato è stato identificato grazie ad attività tecniche e alle testimonianze raccolte dai Carabinieri nelle ore successive alla rapina. I gravi indizi di colpevolezza sono stati comunicati alla Procura della Repubblica di Isernia nella persona del Pubblico Ministero, Dott.ssa Maria Carmela Andricciola, la quale ha chiesto l’emissione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, al Giudice delle Indagini Preliminari Dott.ssa Vera Iaselli.

La misura cautelare è stata eseguita nel corso della notte presso l’abitazione del 46enne, che dopo le formalità di rito espletate in collaborazione con l’Arma territoriale competente, è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Latina. Si chiude così in brevissimo tempo il cerchio intorno agli autori dell’efferata rapina, durante la quale riportarono serie lesioni la moglie 82enne del notaio Gamberale, la figlia ed il genero.

Subito dopo la rapina i Carabinieri del N.O.R. di Isernia, in collaborazione con quelli della locale Stazione e del Nucleo Investigativo, arrestarono in flagranza di reato un 40enne ed una 33enne, entrambi di Aprilia. Ora le indagini dei Carabinieri sono rivolte ad accertare l’eventuale esistenza di un basista locale che abbia potuto fornire informazioni utili per l’esecuzione dell’azione criminosa.