Isernia, siglato protocollo d’intesa con ordine chimici e fisici

44

protocollo d'intesa

ISERNIA – Nella sede del Comune di Isernia, oggi pomeriggio, è stato firmato un «Protocollo di intesa per la collaborazione in ambito tecnico-scientifico e professionale» tra Il Comune di Isernia, rappresentato dal sindaco Giacomo d’Apollonio, e l’Ordine dei Chimici e dei Fisici di Lazio-Umbria-Abruzzo-Molise, rappresentato dal suo presidente Fabrizio Martinelli. Alla stipula si è giunti dopo l’iniziativa dell’assessore comunale alla protezione civile, Eugenio Kniahynicki, che ha avviato i contatti e ha poi seguito la fase preliminare al Protocollo d’intesa.

«Con tale documento, – ha dichiarato il sindaco d’Apollonio – il Comune di Isernia ha inteso avviare un rapporto di collaborazione con l’Ordine dei chimici e dei fisici LUAM, al fine di potersi avvalere delle competenze scientifiche di un Ordine professionale che ha tra i propri fini istituzionali anche quello di promuovere e partecipare allo sviluppo e alla crescita dei territori e delle comunità, mettendo a disposizione il proprio know-how di competenze e conoscenze».

L’Ordine ha dato la propria disponibilità per fornire al Comune di Isernia una collaborazione per numerose attività, fra cui:

  • supporto scientifico e tecnico in merito alle attività comunali di protezione civile;
  • partecipazione a programmi, bandi e progetti di ricerca;
  • partecipazione a campagne di sperimentazione e verifica connesse a ricerche di interesse comune;
  • mettere a disposizione il patrimonio di conoscenze e ricerca di rispettivo interesse;

Collaborare anche tramite servizi di consulenza scientifica e supporto nella costruzione delle politiche locali e degli strumenti di governo, in relazione alle tematiche ambientali, di protezione civile, della sicurezza alimentare, della salvaguardia del territorio e della salute umana.