Isernia, situazione reparto oncologia del Veneziale: la nota del sindaco

20

ospedale veneziale Isernia

ISERNIA – «Sono prive di fondamento, le notizie sulla paventata chiusura del reparto di oncologia dell’ospedale Veneziale». Lo ha affermato il sindaco di Isernia, Giacomo d’Apollonio, dopo le voci allarmistiche, riprese anche dalla stampa, d’un taglio ai servizi sanitari oncologici erogati dal nosocomio isernino.

«Mi ero già occupato da tempo della questione – ha spiegato d’Apollonio –, parlandone con i vertici dell’Asrem e la direzione sanitaria dell’ospedale, con cui ho frequenti contatti istituzionali. Il timore d’una chiusura è nato in conseguenza dell’accorpamento temporaneo delle degenze dei reparti di medicina e di oncologia del ‘Veneziale’. Tale momentanea fusione è stata necessaria per carenze organiche dovute alle normali turnazioni del personale in congedo.

Oncologia, quindi, non chiuderà – ha ribadito il sindaco –; ne ho avuto assicurazione una decina di giorni fa direttamente dal direttore generale dell’Azienda sanitaria regionale, Oreste Florenzano, che me lo ha confermato martedì scorso. In argomento – ha concluso d’Apollonio – occorre purtroppo notare come certe allarmistiche voci, benché prive di reale fondamento, si diffondano rapidamente e in modo incontrollato».