Istat, molisani più sensibili ai cambiamenti climatici

23

CAMPOBASSO – I cittadini molisani sono, a livello nazionale, i più sensibili al fenomeno dei cambiamenti climatici e dell’aumento dell’effetto serra. E’ quanto emerge dal Rapporto Istat sul ‘Benessere equo e sostenibile’ (Bes) in Italia 2021.

Le maggiori sensibilità ai temi dei cambiamenti climatici si osservano nelle regioni del Centro (68,3%, con la Toscana al 70,1%) e del Nord-est (68,2%, con la provincia autonoma di Trento al 69,5%), mentre la preoccupazione risulta inferiore nelle regioni del Sud (63,8%), con Campania (61,6%) e Calabria (60,4%) con le quote più basse, si distingue il Molise con il 70,3%.

Molisani, dunque, molto sensibili ai temi ambientali, ma poco fiduciosi nei confronti degli scienziati. L’Istat per la prima volta ha effettuato un monitoraggio tra i cittadini italiani di 14 anni e più. I livelli più bassi si sono registrati in Molise, Friuli Venezia Giulia e Marche.