Joseph Vincent Iacobucci uno dei primi italo-americani “cadetto” nella storica Accademia Militare di “West Point” era molisano

287

I suoi genitori erano nati a Chiauci. Morì di stenti nel terribile campo di prigionia “Fukuoka Sub Campo 1” di Kyushu in Giappone

Joseph Vincent Iacobucci
Joseph Vincent Iacobucci uno dei primi italo-americani “cadetto” nella storica Accademia Militare di “West Point” era molisano

CHIAUCI (IS) – Joseph Vincent Iacobucci nacque, il 22 marzo del 1916, a Cincinnati in Ohio da Antonio ed Elisena. I suoi genitori erano entrambi nati a Chiauci oggi provincia di Isernia e lì si erano sposati il 7 dicembre del 1907. Joseph era il terzo dei quattro figli della famiglia Iacobucci. Vince, Louie e Frank erano gli altri fratelli. Antonio, il padre, pur di garantire un futuro alla famiglia si prestò ad ogni tipo di duro lavoro.

Crescendo, Joseph, mostrò una straordinaria capacità di apprendimento unita ad una caparbia volontà nello studio. Si iscrisse alla facoltà di ingegneria aeronautica della “University of Cincinnati” e contemporaneamente, per non pesare sull’economia famigliare, la sera lavorava.

Ma coltivava un sogno: essere ammesso alla “storica” Accademia Militare di “West Point”. E un giorno finalmente il postino gli recapitò le lettera che attendeva: era stato ammesso alla “United States Military Academy”. Il 1 luglio del 1936 varcò, per la prima volta, i cancelli di “West Point” e ne sarebbe uscito da Ufficiale l’11 giugno del 1940.

Nei registri dell’accademia si legge di lui “un elevato rendimento scolastico, una forte volontà di lavorare sodo, inclinazione a socializzare con chiunque e una generosità senza limiti”. Insomma destinato ad una brillante carriera militare. Divenne un provetto pilota. e inviato in servizio in Texas. Allo scoppio della seconda Guerra Mondiale venne inviato nelle Filippine su una nave da trasporto truppe, la “Holbrook”, conobbe Phyllis Arnold una bellissima infermiera militare, nativa di Minneapolis.

Tra i due fu immediato e reciproco amore. Ill 14 febbraio del 1942 si celebrò il loro “matrimonio di guerra”. Il 6 maggio del 1942 si registrò la disfatta americana, contro le truppe giapponesi, con caduta della fortezza di Corregidor. Joseph e Phyllis Arnold caddero entrambi prigionieri dei giapponesi. Si sarebbero visti l’ultima volta il 24 maggio del 1942. Joseph che si era coperto di gloria (gli verranno assegnati i più importanti riconoscimenti militari) venne inviato nel tremendo campo di prigioni “Fukuoka Sub Campo 1” di Kyushu in Giappone. Subì pesanti torture e alla fine stremato dalla dissenteria e dalla fame morì il 14 marzo del 1945.

A cura Geremia Mancini – Presidente onorario “Ambasciatori della fame”