La Molisana Magnolia B – FE.BA Civitanova Marche 69-68

22

La soddisfazione di coach Francesco Dragonetto: «Affermazione figlia del lavoro di squadra sia in attacco che in difesa»

la molisana b civitanovaCAMPOBASSO – Mantiene la media inglese pari a zero, centra il secondo successo interno in altrettante esibizioni all’Arena e si mantiene sul mood della prima squadra – successi in rimonta con gare decise all’epilogo verso l’ultima sirena – La Molisana Magnolia Campobasso nella sua conformazione legata ai prospetti junior. I #fiorellinidacciaio centrano il quarto punto in tre giornate superando una delle corazzate del torneo (la Fe.Ba Civitanova Marche) con un secondo tempo in cui capovolgono totalmente l’inerzia di una contesa che, nei primi due quarti, sembrava saldamente nelle mani della formazione marchigiana.

DOPPIA DIMENSIONE – Severini, Binci e Jaworska provano a dare manforte al quintetto ospite che ha tre possessi di margine alla fine del primo quarto, aumentando il gap nel secondo periodo quando è Binci ad accelerare il passo (le adriatiche doppiano le molisane sul 22-11) con i #fiorellinidacciaio che riescono, comunque, a mantenere il passo con le triple di Trozzola e Del Sole (16-28) sino al -13 segnalato dal tabellone all’intervallo lungo (24-37).

Nel terzo quarto, intorno, ad una Baldassare che sarà al termine top scorer del match a quota 25, le magnolie si riportano sotto arrivando sotto un distacco in doppia cifra (46-54). L’ultimo periodo manda in orbita le campobassane: un primo parziale di 7-0 riavvicina le campobassane ad un solo punto (53-54). Campobasso fa sentire il proprio fiato sul collo delle avversarie e, sul finale, sorpassa (67-66 prima, 69-68 poi) e si prende un sostanzioso referto rosa festeggiato a lungo dal gruppo sul parquet.

A REFERTO CHIUSO – Motivo, tra l’altro, di profonda soddisfazione per il coach delle rossoblù Francesco Dragonetto.

«Questo gruppo – spiega – ha messo sul parquet ancora una volta coraggio e voglia di giocare sino alla fine disputando una grande prova. Nei primi due quarti abbiamo avuto un po’ di difficoltà nel superare la loro difesa, poi, però, quando abbiamo compreso come muoverci, passandoci la palla in attacco e difendendo d’insieme la situazione è mutata radicalmente. L’ultima azione della contesa è un po’ lo specchio del cambio di passo nella nostra prova con ben tre stoppate nel corso della stessa azione».

«Al di là delle cifre di questo successo e del percorso complessivo – prosegue Dragonetto – il coraggio dimostrato fa emergere una squadra che gioca con determinazione anche contro le big, ma quello che mi fa ulteriormente piacere è il poter far sì che il minutaggio di un po’ tutti gli elementi possa crescere».

Ora, per le giovani magnolie, ci saranno tre settimane prima della trasferta del 19 ad Orvieto complici il turno di sosta per le rossoblù nella quarta giornata ed il weekend di riposo nel calendario del torneo con la prospettiva di un calendario che porrà le campobassane di fronte alle outsider del girone.

«Dovremo affrontare tutte le avversarie al massimo, preparando ogni gara nel migliore dei modi. Ora ci prendiamo qualche giorno di riposo e mercoledì torneremo in palestra con un calendario che ci vedrà anche affrontare l’amichevole col Basket Roma, leader del torneo laziale, che ci ha chiesto l’opportunità di uno scrimmage per poter mantenere alta l’intensità, attestazione che ci fa molto piacere».

«Questo ulteriore riscontro – precisa Dragonetto – è un gran bel segnale per il gruppo e ci consentirà di essere pronti e preparati per la seconda metà del girone d’andata, tenendo alta l’asticella e mettendo in mostra ulteriormente le nostre qualità caratteriali e la concentrazione. Senz’altro, questo lungo periodo di break prima della prossima gara non ci irretirà. Non guardiamo il calendario, ma lavoreremo per prepararci ai prossimi confronti. I risultati ci daranno ancora più stimoli, così come è stata questa vittoria, che è totalmente figlia delle loro qualità e della tempra messe in mostra in ciascun momento, aspetti che, nello specifico di questa sfida con Civitanova Marche, ci hanno consentito di emergere dal gap dei primi tre quarti».

TRASFERTA ORVIETANA – Calendario alla mano, le magnolie torneranno sul parquet dopo metà novembre (il 19) per affrontare la trasferta sul parquet dell’Azzurra Orvieto, confronto valido per il quinto turno del girone d’andata.

TABELLINO

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO – FE.BA CIVITANOVA MARCHE 69-68 (11-20, 24-37; 46-54)

CAMPOBASSO: Del Sole 12, Mascia, Lallo, Trozzola 17, Bocchetti 2, Rizzo, Moffa 2, Baldassarre 25, Giacchetti 5, Vitali 6. Ne: Panichella e Quiñonez. All.: Dragonetto.

CIVITANOVA MARCHE: Angeloni 4, Medori, Trobbiani 4, Binci 15, Severini 13, Jaworska 24, Malintoppi 8, Vigilia. Ne: Lazzarini, Sciarretta e Pecorari. All.: Ferazzoli.

ARBITRI: Lucchi (Chieti) e Di Lello (Teramo).

NOTE: uscite per cinque falli Trobbiani e Binci (Civitanova Marche).