La Molisana Magnolia – Basket Viterbo 83-48: la cronaca del match

36
amatori in entrata
Amatori in entrata – photocredit: Maurizio Silla

Del Bosco vicina al trentello. Altri tre elementi in doppia cifra. Soddisfazione per la slovena Šrot nella long list della nazionale maggiore

CAMPOBASSO – Due su due. La Molisana Magnolia Campobasso si conferma assoluta protagonista anche nel girone A della serie B con Lazio, Abruzzo ed Umbria. Dopo il successo sul parquet dell’Élite Roma, le rossoblù principiano al meglio anche il proprio percorso all’Arena infliggendo un +35 al Viterbo, strappando gli applausi del buon pubblico presente nell’impianto, nonché delle compagne di allenamento della prima squadra leader di A1 assiepate sugli spalti per incoraggiare i prospetti della cantera campobassana.

ADATTAMENTO E PARATA – Dopo un avvio diesel (al secondo minuto le tusciane sono avanti 7-5), le magnolie chiudono la saracinesca in difesa e colpiscono con continuità in attacco. Ne nasce un 20-0 con cui si chiude il quarto che si inserisce in un break complessivo di 23-0 sino all’avvio del secondo periodo che di fatto conclude la contesa. Perché, in un complesso che ha anche l’ecuadoriana Quiñonez a referto (ma semplice spettatrice della contesa e risparmiata in vista del pieno utilizzo nelle rotazioni per sfida di A1 contro Lucca), a dare il proprio contributo alla causa sono un po’ tutte le molisane.

Così, con 21 punti di margine all’intervallo lungo, nel terzo e quarto periodo c’è ampia turnazione delle giocatrici a referto con spazio sul parquet per gli elementi che, sinora, avevano avuto un minutaggio inferiore. Alla fine, con l’argentina Del Bosco top scorer e vicina al trentello (27 i suoi punti), altre tre campobassane terminano la propria performance in doppia cifra e, per tutte (indistintamente), è festa grande per un altro referto rosa conquistato per la causa.

A REFERTO CHIUSO – Per il tecnico dei #fiorellinidacciaio Franco Ghilardi, invece, è momento di sintesi dialettica di quanto è stato.

«Di fronte – discetta – avevamo una squadra molto giovane, anche se dall’età media più elevata della nostra. Il parquet ha decretato un simile scarto, rendendo merito al lavoro di tutte le nostre rotazioni, in particolare di quelle giocatrici sinora meno impiegate sul parquet che, in corso d’opera, hanno rappresentato i punti di riferimento del gruppo tra terzo e quarto periodo. Questo match ha rappresentato un ulteriore passaggio nel percorso di crescita di questo gruppo nella consapevolezza che, davanti a noi, ci aspettano altri test importanti per poter riuscire a concretizzare qualcosa di ulteriormente significativo».

CONVOCAZIONE BALCANICA – Tra le rossoblù, peraltro, la serata è stata doppiamente speciale per l’ala slovena Zala Šrot. Nell’immediato avvicinamento alla contesa, infatti, la giocatrice balcanica è stata raggiunta dalla notizia dell’inserimento nella long list della nazionale maggiore del suo paese stilata dal commissario tecnico, il coach greco di Schio Georgios Dikaioulakos, in vista della prima finestra di qualificazione in calendario a metà novembre che porterà sino agli Europei del 2023 ospitati proprio in Slovenia congiuntamente ad Israele.

NUOVI APPUNTAMENTI – Più a stretto termine, invece, ora da calendario, per le campobassane, ci sarebbe la trasferta logisticamente più impegnativa: quella cioè in Umbria a Terni in casa di una Pink che, tra le sue rotazioni, può contare anche su di una ex rossoblù come l’ala termolese Alessandra Falbo. La gara, tuttavia per il contemporaneo impegno della prima squadra di A1 a Broni nella stessa giornata, sarà rinviata a dicembre. Di fatto così, per i #fiorellinidacciaio, la prossima uscita sarà sempre all’Arena sabato 13 novembre alle ore 17 contro le Panthers Roseto, ex squadra del tecnico delle campobassane Ghilardi, tra le formazioni più accreditate per il successo finale del girone A della serie B, ensemble – quello abruzzese – affidato alle cure tecniche del coach tarantino William Orlando.

TABELLINO

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO – DOMUS MULIERIS TUSCIA BASKET ANTS VITERBO 83-48 (25-7, 36-17; 67-34)

CAMPOBASSO: Moffa 4, Trozzola 7, Del Sole 10, Egwoh 11, Amatori 11, Šrot 6, Del Bosco 27, Vitali 6, Panichella 1. Ne: Quiñonez. All.: Ghilardi.

VITERBO: Venanzi 2, Scordino 18, Valtcheva 9, Tarroni 1, Venanzi 4, Schembari 2, Grassia, Firrito, Pasquali 4, Taurchini 8. All.: Scaramuccia.

ARBITRI: Caposiena e Di Pietro (Foggia).

NOTE: fallo antisportivo a Scordino (Viterbo).