La rete territoriale tra alcuni paesi molisani vince due bandi di finanziamento

71
Pietracatella
Pietracatella – foto tratta dal sito del Comune di Pietracatella

REGIONE – Si rafforzano i rapporti internazionali tra alcuni Comuni Molisani ed i propri partners europei grazie ad un’efficace attività Progettazione Europea, iniziativa non certo comune per gli Enti Locali di piu’ ridotte dimensioni. La rete territoriale costituita nel 2019 dai quattro piccoli Comuni Molisani Pietracatella, Portocannone , San Felice del Molise e Spinete, è riuscita a partecipare e vincere due bandi di finanziamento da 30mila euro ciascuno, direttamente Finanziati dalla Commissione UE nell’ambito del Programma Europeo C.E.R.V Citizens, Equality, Rights and Values , grazie alla Partnership con il Think Thank N.E.D -New European Dream, che ha ideato e curato la stesura e la partecipazione ai bandi delle proposte progettuali, e che in collaborazione con le Amministrazioni locali gestirà i fondi e la loro rendicontazione.

I nomi dei due progetti sono “W.O.W” – (Words originate Worlds: minority languages in multicultural Europe) con focus sul patrimonio culturale delle minoranze linguistiche – e “T.E.A.M.” – (Trails of Europe and Awareness in Memory) con focus sulla valorizzazione dei sentieri e dei tratturi.

Protagonisti saranno il comune italiano di San Felice del Molise (capofila) con il comune di Zara in Croazia (partner) per il progetto W.O.W e il comune di Pietracatella (capofila) con il comune di Parenzo (partner) per il progetto T.E.A.M.

Partendo dal presupposto che l’UE è “27 Stati uniti nella diversità” sia linguistica che culturale, lo scopo dei progetti è proprio quella di salvaguardare la memoria identitaria di ogni comunità, con particolare attenzione alle minoranze linguistiche (W.O.W) e ai tratturi considerati patrimonio bio-culturale (T.E.A.M) per limitare la paura del ‘diverso’, conoscersi e creare quel collante che contribuisce alla creazione di una cittadinanza europea forte.

I progetti, che hanno come scopo principale quello dello scambio culturale in un ottica di Cittadinanza Attiva, dureranno 12 mesi e consisteranno nella realizzazione di eventi socio/culturali sul territorio delle municipalità interessate che in chiusura di progetto ospiteranno delegazioni di ospiti italiani e dei partners esteri con un interessante potenziale ritorno in termini di visibilità dei territori in chiave di promozione turistica.

Le iniziative prevederanno il coinvolgimento diretto delle realtà locali grazie alla partecipazione di Amministratori, Associazioni, Scuole ed Università, Attività Economiche, Strutture Recettive ecc. con lo scopo di rendere le attività progettuali quanto più partecipate e condivise possibile in una prospettiva di inclusività che è tra i principi cardine dell’Unione Europea.

Di questo e altro si parlerà durante i due eventi finali in presenza entrambi in Italia, l’uno a San Felice del Molise (CB) e l’altro a Pietracatella (CB) il prossimo Settembre 2023, nel frattempo il primo step sarà rappresentato dai kick-off meeting, eventi di apertura e presentazione dei progetti che si terranno nel prossimo mese di febbraio.

Ulteriori informazioni saranno disponibili sulle pagine ufficiali del progetto e sulla pagina Facebook di NED – New European Dream, Associazione di Europrogettazione e promozione dei valori europei, particolarmente attiva sui territori dell’Italia meridionale.