Il Molise secondo Osterie d’Italia 2023

30

CAMPOBASSO – 14 osterie, di cui 1 novità e 1 chiocciola in Molise: questi i numeri del Molise nella nuova edizione di Osterie d’Italia. Torna lo storico sussidiario del mangiarbere all’italiana: disponibile in tutte le librerie e sullo store online di Slow Food Editore, la trentatreesima edizione di Osterie d’Italia racconta la ristorazione italiana più autentica e di qualità attraverso le visite e le recensioni di più di 240 collaboratori sparsi in tutta Italia, in una rete fitta e capillare.

La nuova edizione raccoglie 1730 indirizzi di osterie, agriturismi, enoteche con cucina e ristoranti segnalati per la cucina territoriale, la rigorosa selezione degli ingredienti e il prezzo giusto, e introduce tre nuovi simboli per raccontare in modo più ampio e dettagliato l’offerta dei locali recensiti: il simbolo del pane, assegnato alle osterie con un eccellente cestino del pane e di prodotti da forno, autoprodotti o reperiti da fornai di qualità; il simbolo dell’olio, ai locali che valorizzano l’olio extravergine d’oliva sia a tavola che in cucina, secondo una selezione oculata di prodotti d’eccellenza e rappresentativi del territorio; il riconoscimento del Bere Bene, assegnato a quelle osterie che offrono, accanto o in sostituzione a una valida proposta di vini, una selezione di bevande alcoliche e non – birre artigianali, distillati, cocktail ma anche succhi, estratti e infusi – scelti con attenzione e personalità.

Molise: la panoramica 2023

Nel Molise, piatti di mare si affiancano a una maggioranza (inevitabile, considerata la conformazione collinare e montuosa) proveniente dalla cultura rurale e pastorale. In entrambi i casi, l’isolamento che per secoli ha caratterizzato questo territorio e le limitate disponibilità legate al pescato e al coltivato hanno stratificato una memoria che oggi, forse più che altrove, viene replicata filologicamente nelle cucine di osterie, ristoranti e agriturismi impegnati a celebrare il valore del prodotto artigianale locale e della materia prima coltivata o allevata. Preparazioni nate per essere esclusivamente nutrienti si rivelano oggi con rara autenticità. La stessa autenticità che si può facilmente incontrare nella gente molisana dei luoghi del cibo, spesso di poca forma e molta sostanza: uomini e donne che appartengono a generazioni precedenti, un piccolo esercito di madri, papà, nonni e nonne rassicuranti per l’oggi e per il domani che sta arrivando.

La chiocciola del Molise: La Grotta da Concetta – Campobasso. 

I numeri della guida

  • 1730 osterie, agriturismi, enoteche con cucina e ristoranti segnalati
  • più di 240 collaboratori sparsi su tutto il territorio italiano
  • 139 novità
  • 270 locali premiati con la Chiocciola per l’eccellente proposta e per l’ambiente, la cucina e l’accoglienza in sintonia con Slow Food
  • 126 locali premiati con il Bere Bene, un nuovo riconoscimento per la curata selezione di bevande: birre artigianali, succhi, infusi, cocktail e distillati
  • 450 locali premiati con la Bottiglia per la curata selezione di vini