Lallitto: “Ci manca la garanzia di una sanità pubblica efficiente”

34

CASACALENDA – “L’argomento del giorno è ormai su tutte le bacheche: è terminato il budget della Regione Molise per le radioterapie, per cui i malati oncologici della regione, dal prossimo primo ottobre, non potranno più essere curati presso l’ospedale Gemelli di Campobasso ma dovranno recarsi in ospedali fuori dai confini. Leggo commenti indignati dalla mancanza dei fondi e dalla palese incapacità di programmare. Io mi indigno perché questo dovrebbe essere un servizio di sanità pubblica e non soggetto a budget ai privati e commissari vari”.

Lo afferma sul suo profilo Facebook la sindaca di Casacalenda, Sabrina Lallitto, che poi aggiunge quanto segue: “Le terapie così importanti non possono essere “delegate” e messe a rischio da gestioni insensate, dovrebbero essere solo garantite. E non è una banalità, è ciò che ci manca. La garanzia di una sanità pubblica efficiente”.