A L’Aquila ricostruito il cranio di una 46enne molisana

70

L’AQUILA – Operazione di eccezionale difficoltà con tecniche innovative effettuato a ‘due mani’ dai reparti di neurochirurgia e maxillo-facciale all’ospedale di L’Aquila su una donna di 46 anni che in un incidente stradale avvenuto a Natale in Molise aveva riportato la frattura della base cranica anteriore, della volta cranica, di entrambe le orbite e la frantumazione del terzo medio facciale.

L’intervento chirurgico è stato effettuato il 28 dicembre scorso è durato circa otto ore: l’operazione è pienamente riuscita e le condizioni della paziente sono ritenute del tutto soddisfacenti.

Dopo l’operazione la donna è stata trasferita, per la sorveglianza intensiva post operatoria, nel reparto di rianimazione, diretto dal prof. Franco Marinangeli. Attualmente la paziente si trova nel reparto di neurochirurgia.

La donna, dopo l’incidente verificatosi la sera di Natale, è stata trasportata all’ospedale di Isernia e, dopo la stabilizzazione, trasferita a L’Aquila.