“Molise Criminale”, il libro di Mancinone riceve due nuovi riconoscimenti

31

premiazione molise criminale a romaCAMPOBASSO – Un susseguirsi di premialità ed encomi letterari per Molise criminale, il libro scritto dal giornalista e autore Giovanni Mancinone, che riceve a Roma un riconoscimento importante: il premio nazionale della letteratura italiana contemporanea giunto alla decima edizione per la sezione Saggistica a tema – Il bello dell’Italia: Storia, segreti e curiosità delle città e dei paesi italiani.

Il riconoscimento è stato consegnato al giornalista campobassano, per il valore e la qualità dei contenuti del saggio, durante la cerimonia di premiazione che si è tenuta presso il Campidoglio nella sala della Promoteca, una delle più prestigiose location romane affacciata sui Fori Imperiali, nel cuore della città “eterna”, selezionato tra gli oltre cinque mila lavori pervenuti alla giuria.

L’evento è stato organizzato dall’editore Laura Capone, promotrice del premio, con il patrocinio della presidenza della assemblea capitolina, e ha visto anche la partecipazione della presidente dell’assemblea capitolina Svetlana Celli.

“Questo riconoscimento è per me molto importante – dichiara Giovanni Mancinone – la premiazione di Molise criminale nella sezione saggistica a tema il bello dell’Italia: storia, segreti e curiosità delle città e paesi italiani, conferma lo spirito di quell’atto d’amore che mi lega alla mia terra e che mi ha guidato nella scrittura del testo, che ho affrontato con passione, nel voler portare in luce le vicende giudiziarie della provincia italiana intesa come un “luogo dell’anima”, che si intrecciano nel tessuto umano e sociale attraverso il racconto dei fatti che poi hanno contribuito a “formare” la consecutio temporum della narrazione, evidenziando la bellezza delle vicissitudini di provincia che perseguono giustizia e legalità, e scrivono la storia.

Pochi giorni prima era arrivata un’altra importante gratificazione al Premio Letterario Internazionale “Un libro amico per l’Inverno”, consegnata a Rende, Molise criminale ha ricevuto il Premio Speciale miglior Saggio; questa la motivazione espressa dalla giuria: “Se pensiamo alla nostra conoscenza della criminalità probabilmente non ne collegheremo la base e il transito da un luogo purtroppo e trasversalmente “dimenticato”, il Molise. Aprire gli occhi su una lettura e un’angolazione diversa delle dinamiche malavitose è il merito principale e insieme il fondamento su cui questo libro fa perno per la salvaguardia di un territorio e la cui valenza dell’inchiesta deriva dall’eccezionale esclusività documentativa”.