Montenero di Bisaccia, Palombo chiede confronto unitario per superare l’emergenza

32

montenero di bisaccia

MONTENERO DI BISACCIA – “In merito allo scambio di punti di vista, con qualche punta polemica, avvenuta sui mezzi di informazione nella giornata di ieri, tra la coalizione civico-progressista e il sindaco di Montenero con la sua Giunta, avente a tema le modalità di gestione dei 53.000 € attribuiti al nostro Comune da destinare all’emergenza alimentare attraverso i “bonus spesa”, mi corre l’obbligo di precisare quanto segue:

In tutto questo periodo emergenziale ci siamo astenuti da qualsiasi critica verso la maggioranza, e personalmente ho dichiarato pubblicamente e in note ufficiali la massima disponibilità a collaborare con spirito unitario per far fronte a questa grave emergenza – disponibilità non ritenuta, sinora, di dover essere utilizzata da parte della maggioranza. Per queste ragioni ho ritenuto di continuare comunque la mia opera di Consigliere, comunque all’interno di un alveo che non recidesse la tenuta della Comunità.

In una situazione in cui si tengono totalmente fuori consiglieri e Consiglio comunale, come organo sovrano della rappresentanza dell’intera cittadinanza, non abbiamo mosso nessuna critica all’operato della Giunta, e non perché non vi fosse mai un motivo meritevole di critica, ma proprio perché convinti che in certi momenti serva il massimo di unità, impegno e collaborazione.

Nel caso specifico, riguardante appunto le modalità di gestione dei fondi destinati all’emergenza alimentare (un’emergenza nell’emergenza), viste le prime modalità decise e comunicate dalla Giunta comunale, non potevamo non far rilevare il nostro disappunto, riportato a mezzo stampa, non avendo purtroppo altro contesto dove esprimere la propria opinione.

Disappunto a cui sono seguite, da parte della Giunta, accuse generiche nei nostri confronti che ci descrivono come sciacalli politici impegnati solo ad alimentare polemiche. Accusa smentita dal nostro operato dell’ultimo mese, improntato ad aiutare i cittadini in questo difficile momento, seppur con mezzi limitati, essendo stati relegati dalla maggioranza ad un ruolo di meri spettatori (nella gestione della crisi non è stato coinvolto in nessun modo il Consiglio comunale e non sono stati resi partecipi i gruppi politici di minoranza in altri contesti decisionali unitari).

È scontato che non immaginiamo minimamente di volerci sostituire o essere integrati nella parte esecutiva dei provvedimenti presi che, correttamente, rimane prerogativa del sindaco e della Giunta; ma riteniamo oltremodo giusto e utile il coinvolgimento di tutti nella definizione delle linee e dei criteri guida su cui sindaco e Giunta possano operare con il sostegno di tutti.

Ad ogni buon conto, con lo spirito di massima collaborazione e per porre immediatamente fine a qualsiasi ulteriore polemica e dare più forza, sostegno e incisività all’azione amministrativa in questa fase difficile per tutti, faccio richiesta al sindaco di istituire un tavolo di confronto, da condurre in modo snello e operativo, con tutti i rappresentanti dei gruppi politici presenti in Consiglio comunale, per individuare unitariamente i criteri e le modalità necessari per l’elargizione dei bonus spesa destinati all’emergenza alimentare e per tutti gli altri aspetti legati all’emergenza. Questo tipo di confronto consentirebbe ed eviterebbe di dover fastidiosamente ricorrere a comunicati stampa, mozioni, interrogazioni e note, affinché si possa addurre il proprio costruttivo contributo.

Sicuro di trovare attenzione e condivisione su questa proposta di buon senso, da parte del sindaco, della Giunta e di tutti i rappresentanti dei gruppi politici del Consiglio comunale, auguro a tutti un buon lavoro. Con spirito propositivo e unitario”. Lo riferisce in una nota il Consigliere di Montenero di Bisaccia, Nicola Palombo.