Niente Fiera delle Cipolle a Isernia, solo pochi stand: colpa del Covid

13

cipolleISERNIA – Per il secondo anno consecutivo il Covid blocca la Fiera delle Cipolle, appuntamento storico per Isernia, della durata di due giorni (28 e 29 giugno), collegato al culto dei Santi Pietro e Paolo.

Niente bancarelle colorate e profumo di cibo per le strade del centro storico e della zona di più recente edificazione, ma solo due punti vendita della cipolla bianca coltivata dai contadini del posto: uno in Piazza Michelangelo, per la giornata di ieri, e un altro in Piazza X Settembre per l’intera giornata di oggi.

Tanti gli isernini che, per tradizione, hanno acquistato il bulbo dall’odore inconfondibile. Molto successo ha riscosso lo stand dei ragazzi della Lai, una cooperativa che si occupa di persone disabili, che hanno coltivato e venduto il prodotto tipico.