Nomadi a Venafro, concerto gratuito il 17 giugno

nomadi

Appuntamento nel Piazzale Stazione questa sera alle 22 con la tappa molisana del Tutta la vita tour

VENAFRO – Lunedi 17 giugno alle 22 nel Piazzale Stazione a Venafro I Nomadi in concerto. Si tratta della tappa molisana di Tutta una vita tour che sta portando la band in giro per l’Italia. Ingresso gratuito per seguire questo evento inserito all’interno dei festeggiamenti dei Santi Patroni Nicandro, Marciano e Daria.

Ci saranno i classici che li hanno consacrati, da “Io vagabondo” a “Dio è morto”, passando per  “Canzone per un’amica”, “Ho difeso il mio amore”, “Un pugno di sabbia”. Dal 26 aprile sono usciti in radio con “Milleanni”, il nuovo singolo che nasce da un testo di Elena Carletti (figlia di Beppe) e Massimo Vecchi. Sul sito della band Beppe Carletti racconta il brano così: «Questa canzone è nata da una sinergia unica che ha unito esperienze ed anime differenti. Tutto è iniziato dalla stesura iniziale di un’autrice, cara amica, Lisa Pietrelli, il suo brano ci colpì molto. Iniziammo a lavorarci quasi un anno fa e a Massimo Vecchi venne l’intuizione di un tema di profonda attualità e scrisse un testo che si “appoggiava” all’idea iniziale. Contemporaneamente chiesi a mia figlia Elena Carletti un testo e, a quel punto, successe l’inaspettato, i due testi di Elena e Massimo confluirono in quello che è oggi è la canzone. Il cuore del brano è il pensiero dolce e vibrante che mi scrisse Elena lo scorso anno, in occasione del mio compleanno “…Mio padre ha mille anni. Mille anni dentro, mille davanti. Perché è un Nomade Dentro”».

Gli attuali membri de I Nomadi sono il fondatore Beppe Carletti (tastiere/keyboard), Cico Falzone (chitarre/guitar), Daniele Campani (batteria/drums), Massimo Vecchi (basso e voci/bass and vocals), Sergio Reggioli (violino, percussioni e voci/violin, percussion and vocals) Yuri Cilloni (voce/vocals).

Numerose sono le date del tour per questa estate. Al momento non sono previste altre date in Molise ma nel vicino Abruzzo si potranno seguire sia il 3 settembre a Casalbordino che il 14 a Guardiabruna.