Paura e diffidenza, Petrella Tifernina dice no ai migranti

PETRELLA TIFERNINA – No all’adesione alla rete Sprar: così si è espressa la quasi totalità delle 200 persone di Petrella Tifernina (Campobasso) in un incontro sul tema dell’accoglienza ai migranti organizzato dal sindaco, Alessandro Amoroso. Una decisione motivata: “non c’è una struttura pubblica, né locali appropriati per poter dare ospitalità a lungo termine, non c’è contezza di quanti migranti possano arrivare e per quanto tempo”.

“Al di là dell’aspetto umanitario – spiega il sindaco in una nota – continua a crescere la diffidenza verso comportamenti violenti e, soprattutto, verso la mancanza di progetti regionali che garantiscano oltre l’accoglienza, anche una prospettiva di futuro”.

“Non siamo un popolo che non ha spirito di accoglienza verso il prossimo – sottolinea il primo cittadino – basti pensare che gli immigrati che attualmente sono in una struttura di accoglienza nel vicino Comune di Castellino del Biferno, quotidianamente si recano a Petrella, frequentano le nostre scuole e la nostra parrocchia”.