Petrella Tifernina, corso a indirizzo musicale per la secondaria di I° grado

19

musica energia

Istituto Comprensivo “Alighieri” nomina commissione per selezionare alunni ammessi ai corsi. Il Sindaco Amoroso: «Ottimo risultato per il rilancio della scuola e del territorio»

PETRELLA TIFERNINA – A partire dal prossimo anno scolastico, gli iscritti al primo anno della scuola secondaria di I grado dell’I.C. “Alighieri” potranno frequentare un nuovo corso ad indirizzo musicale. Pianoforte, violoncello, violino e flauto: questi gli strumenti che gli allievi dei plessi di Petrella Tifernina e Ripalimosani potranno scegliere, previo superamento di una prova orientativo-attitudinale.

La Dirigente dell’Istituto Comprensivo, Rita Massaro, ha dato ufficialmente avvio alla procedura di nomina di apposita Commissione giudicatrice che sarà chiamata a selezionare gli studenti dell’ultimo anno della scuola primaria, al fine dell’ammissione al corso ad indirizzo musicale. Al termine delle prove – che saranno svolte singolarmente da ogni bambino, nel rispetto del Protocollo d’Istituto per la sicurezza – la Commissione provvederà alla formazione di un elenco che riporterà i nominativi di tutti gli alunni che hanno sostenuto le prove, secondo un ordine di merito, evidenziando gli ammessi e i relativi strumenti musicali assegnati.

Una bella opportunità per i piccoli allievi dell’Istituto Comprensivo che – vale la pena ricordarlo – accoglie nei due plessi di Petrella Tifernina e Ripalimosani anche i bambini dei comuni limitrofi di Castellino del Biferno, Lucito, Matrice e Montagano.

Particolare soddisfazione è giunta dal primo cittadino di Petrella Tifernina, Alessandro Amoroso: «Un ottimo risultato, un traguardo importante raggiunto grazie all’azione sinergica dei vertici scolastici e delle Amministrazioni comunali. Il mio personale ringraziamento va alla Dirigente dell’U.S.R., Anna Paola Sabatini, e alla Dirigente dell’I.C., Rita Massaro, che si sono adoperate affinché questo risultato potesse essere raggiunto».

«Da Sindaco – ha aggiunto Amoroso – non posso far altro che evidenziare quanto l’attivazione di questo corso sia importante non solo sul piano formativo e didattico, ma anche sul piano dello sviluppo territoriale. I nostri plessi scolastici sono un punto di riferimento per tanti studenti e famiglie anche dei comuni limitrofi e sapere di poter offrire servizi sempre migliori non può far altro che accrescere il legame di appartenenza con il territorio».

«La scuola – ha concluso Alessandro Amoroso – è il perno della società, laboratorio di idee e luogo di crescita per eccellenza. Sostenere la scuola deve rappresentare la nostra priorità, come Amministratori e come cittadini; personalmente, mi impegnerò a compiere ogni azione utile affinché questo sostegno sia ogni giorno più vigoroso».