Pettoranello del Molise, presentato il nuovo piano industriale Res (Recupero Etico Sostenibile)

75

PETTORANELLO DEL MOLISE – Produrre tessuti per il settore dell’abbigliamento a partire dagli scarti riciclati dalla plastica: è questo il nuovo piano industriale Res (Recupero Etico Sostenibile) presentato dai cugini Valerio della Smaltimenti Sud questa sera a Pettoranello del Molise presso l’ex sede dell’Ittierre.

E’ intervenuto anche il sindaco di Agnone, Daniele Saia, che ha parlato di “un progetto innovativo e dal grande valore in ambito di sostenibilità. Tale idea produttiva, infatti, si inserisce nel ramo dell’economia circolare, ovvero un modello teso a ridurre la produzione di rifiuti e far durare il più a lungo possibile gli oggetti”.

Saia ha dunque voluto rivolgere il suo plauso ai cugini Valerio “per l’impegno, l’ambizione e la passione con cui investono nelle nostre terre. Un’imprenditoria sostenibile e sempre vicina agli obiettivi di Agenda ONU 2030 e ai goal degli interventi del PNRR tesi ad innovare e rendere più green il Paese”.

L’imprenditore Antonio Lucio Valerio ha presentato la nuova sfida industriale, sottolineando: “RES, nuovo piano industriale di Recupero Etico Sostenibile prevede la gestione dell’intero processo produttivo che va dalla raccolta dei rifiuti alla realizzazione di capi di abbigliamento ecosostenibili. Spinti da una costante ambizione a rinnovarci, ad anticipare le tendenze e raggiungere alti livelli di sostenibilità, questo progetto di economia circolare rappresenta un’affascinante sfida imprenditoriale ed una scommessa per il progresso del nostro territorio”.

Ha continuato l’imprenditore Antonio Alessandro Valerio, che ha evidenziato l’importanza di investire in questo territorio nel settore della moda, con “l’obiettivo di riportare in auge il Distretto industriale, anche per non disperdere le competenze e le professionalità ancora diffuse sul territorio, di riqualificare e fornire nuove prospettive, anche in termini occupazionali, alla zona comprensoriale, da sempre d’eccellenza nel settore tessile”.

E’ intervenuto poi il Presidente Toma, sostenendo: “I componenti del Gruppo Valerio ci hanno dimostrato che vogliono esaltare il territorio, innovando il prodotto per soddisfare la ricerca dei consumatori. È importante il Pnrr per le imprese, è un’occasione di rilancio fondamentale, ma c’è anche la programmazione europea del 2021/2027 con il quale abbiamo previsto grandi investimenti, e la trattativa che stiamo portando avanti a Roma con il ministro Carfagna per il Fondo di Sviluppo e Coesione, così da avere nuovi fondi da investire attraverso le istituzione e le imprese”.

“Questo stabilimento ha rappresentato per tanti anni il fiore all’occhiello del Molise, – ha sottolineato l’Eurodeputato Patriciello – con all’interno storia, professionalità e giovani talenti della moda. Oggi la vera industria del futuro è l’ambiente, noi in Molise siamo un palmo avanti rispetto a tutto il resto del mondo, con la nostra cultura e la nostra conformazione territoriale. L’Europa sta aiutando tutti i Paesi, ma l’Italia con il Pnrr deve approfittarne, soprattutto in territori come il nostro, con difficoltà socio economiche. Una delle priorità è quella di far crescere la cultura del riciclo tessile, e il Gruppo Valerio è stato in questo lungimirante”.

Così il Sottosegretario Di Baggio: “Grazie al Gruppo Valerio per il continuo investimento fatto sul nostro territorio. Recuperare le competenze e la maestranza dei vecchi lavoratori dell’Ittierre e trasmetterle ai giovani è fondamentale per il territorio, e stiamo cercando di accompagnare questa transizione con corsi di formazione. Abbiamo centinaia di abiti di alta moda all’interno dell’azienda, vogliamo creare un museo della moda per esporre la nostra storia. Con l’università abbiamo avviato anche dei centri di studi per la ricerca sulla plastica e sul suo riciclo. È stato inoltre istituito un Its sulla moda, così da far partire la formazione fin dall’età scolastica”.

“Il Gruppo Valerio garantisce tranquillità ai comuni di questo territorio, – ha evidenziato il Presidente Ricci – per poter gestire una raccolta rifiuti con estrema serenità. Questo ambito è soggetto a varie infiltrazioni malavitose, ma la sicurezza che questi imprenditori locali ci garantiscono bisogno sottolinearla. Ci piace poter respirare questa aria diversa, con innovazione, sostenibilità ed etica”.

Poi il Sindaco Castrotaro: “Potremmo presto diventare la Regione rinnovabile per eccellenza, passando dal 40% al 100% di energia da fonti rinnovabili, investendo in iniziative inclusive e sostenendo le filiere produttive impegnate nella produzione di prodotti e servizi nell’ambito dell’economia circolare, investendo nel settore digitale con le collaborazioni tra Università, imprese locali ed enti pubblici, e promuovendo un’offerta turistica che sia inclusiva e sostenibile, per chi cerca il benessere, vero frutto del Molise”.

A conclusione è intervenuto il Presidente Di Giacomo: “L’ex Ittierre veniva considerata non accessibile e non utilizzabile, un patrimonio abbandonato e desueto, ma il Gruppo Valerio ha avuto la determinazione e la lungimiranza per investire e far rinascere questo compendio. Con questa operazione non è stato possibile solo pagare i crediti, ma è stato possibile far ripartire l’economia di questo territorio. In un momento di difficoltà mondiale, qui ci sono i presupposti per la ripartenza dell’economia della nostra Regione, sfruttando le competenze mai fuoriuscite da questi luoghi”.