Più fitti i controlli dei Carabinieri. € 1.500,00 di merce sequestrata

35

ISERNIA – Controlli dei Carabinieri in tutta la provincia, scattano misure di prevenzione, denunce e sequestri.

Controlli straordinari predisposti dai Carabinieri in tutto il territorio della provincia di Isernia, sono stati eseguiti nelle ultime ore al fine di contrastare ogni fenomeno di criminalità e di illegalità. Ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno avanzato la proposta di misura di prevenzione dell’avviso orale di Pubblica Sicurezza nei confronti di un 21enne del luogo, resosi responsabile nel recente passato di furto aggravato e reati in materia di stupefacenti.

A Venafro, i militari della locale Stazione, hanno deferito un 25enne di Napoli, già con a carico numerosi precedenti di reato, per aver esercitato attività abusiva di commercio ambulante, in quanto sorpreso nel centro abitato, mentre esponeva alla vendita capi di biancheria ed altra merce, in assenza delle prescritte autorizzazioni amministrative.

Per lo stesso motivo, a Belmonte nel Sannio, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Agnone, hanno deferito una 30enne di Napoli, anch’essa pluripregiudicata. In entrambi i casi, tutta la merce rinvenuta è stata sottoposta a sequestro, mentre continuano le indagini per accertarne l’eventuale illecita provenienza.

Numerosi posti di blocco diurni e notturni, sono stati inoltre istituiti lungo le arterie principali di collegamento con il capoluogo “Pentro” e quelle che collegano la provincia di Isernia con i comuni dell’Alto Casertano, quali Presenzano, San Pietro Infine, Ciorlano, Capriati al Volturno, Gallo Matese e Letino. Nel corso dei controlli sono stati sottoposti ad accertamento 110 veicoli in transito e identificate 140 persone, tra conducenti e passeggeri.

Numerosi i test eseguiti, mediante l’apparato etilometro in dotazione per rilevare il tasso alcolemico e accertare una eventuale guida in stato di ebbrezza. Contestate inoltre 18 violazioni alle norme del Codice della Strada. Tra le infrazioni più frequenti risultano quelle per il mancato rispetto dei limiti di velocità e della segnaletica stradale, il mancato possesso dei documenti di guida o di circolazione, la mancata revisione del veicolo, il mancato uso delle cinture di sicurezza e l’utilizzo del telefonino cellulare durante la guida.

L’Arma dei Carabinieri, durante le numerose azioni di controllo su tutto il territorio “Pentro”, ha raggiunto risultati rilevanti, basti pensare alle cifre: due persone deferite, 110 mezzi controllati, 140 persone identificate e un quantitativo di merce sottoposta a sequestro per un valore di € 1.500,00.