Polisportiva Vastogirardi, si programma la stagione 2022/2023

23

asd polisportiva vastogirardiVASTOGIRARDI. C’è aria di rinnovamento ma anche di forte gratitudine nell’Asd Polisportiva Vastogirardi. Queste le dichiarazioni del presidente Andrea Di Lucente: “Ringrazio il mister Prosperi e il direttore sportivo Cangi per l’enorme lavoro che hanno svolto con il Vastogirardi. Ci siamo salvati ai playout con una squadra giovane e combattiva, proprio come l’avevo immaginata sin dall’inizio del campionato. Con allenatore e direttore sportivo abbiamo lavorato bene, tanto da essere diventati una grande famiglia”.

“Nel calcio, però – ha proseguito il patron gialloblù – entrano in gioco anche altri aspetti. Con Prosperi avevamo un accordo da subito: se fosse arrivato un club di categoria superiore, le nostre strade si sarebbero divise. È un’ambizione personale alla quale nessun presidente avrebbe mai potuto dire di no, men che meno io, abituato come sono a rispettare gli uomini ambiziosi”.

“Per quanto riguarda il direttore sportivo – ha spiegato Di Lucente – l’arrivo di un secondo figlio (a lui e alla sua famiglia vanno i nostri più sinceri auguri) lo ha portato a rivedere le sue scelte di vita. Da padre comprendo la volontà di stare accanto alla sua famiglia”.

“Adesso il Vastogirardi si trova a dare il via ad un nuovo corso storico. Ci siamo dati tempo fino al 15 giugno per valutare i nomi di direttore sportivo e allenatore – sottolinea il presidente – Stiamo pensando a come ridisegnare l’organigramma societario, partendo dai ruoli chiave. A quel punto, definiti mister e ds, avvieremo la costruzione della squadra”.

“Per quanto riguarda l’allenatore e il direttore sportivo – chiarisce – non ci sono dubbi: vorremmo due profili come quelli di Prosperi e Cangi, cioè due giovani ma di grandi capacità, che sanno come lavorare bene e tanto, che siano bravi a fornire gli stimoli giusti al gruppo”.

“Le idee sugli identikit ce le abbiamo chiare: adesso non resta che attendere qualche giorno per conoscere i nomi”, ha concluso il presidente Di Lucente.