Progetto “Due mari”: meeting internazionale il 23 e 24 novembre

18

logo interregg due mari

CAMPOBASSO – Favorire il collegamento e la cooperazione internazionale tra le aree del basso Adriatico, creando nuovi percorsi turistici, valorizzare lo sviluppo locale e promuovere prodotti e servizi dei paesi interessati sono solo alcune delle finalità del progetto “Due mari – Next generation tourism development”, inserito nell’asse prioritario Turismo e Cultura del programma Interreg IPA CBC – Italia – Albania – Montenegro.

L’obiettivo fondamentale del programma è quello di promuovere la crescita economica e di intensificare la cooperazione tra i paesi coinvolti, attuando azioni congiunte tra attori istituzionali e non profit nazionali e regionali. Tra i partner principali, con il ruolo centrale di coordinamento delle attività di comunicazione a livello internazionale, la Regione Molise che parteciperà il 23 e 24 novembre al quarto meeting dedicato al progetto.

Nello specifico, la due giorni in programma a Podgorica (Montenegro) sarà finalizzata alla creazione di efficaci strategie di comunicazione per favorire la crescita del turismo sostenibile, attraverso la promozione di tecnologie e approcci innovativi nel marketing turistico.

Il turismo, infatti, è uno dei pilastri essenziali dell’economia territoriale e una delle principali sfide di tutti i partner. I diversi territori regionali e nazionali sono accumunati da una carenza di informazioni e da lacune nel marketing integrato che finiscono per compromettere l’attrattiva di molti luoghi turistici. Grazie al progetto “Due mari” e alla cooperazione tra i soggetti coinvolti sarà, infatti, realizzata una piattaforma digitale che raccoglierà i punti di interesse turistico-culturale e gli itinerari turistici regionali e transnazionali, in un vero e proprio virtual tour in 3D.

Oltre alla Regione Molise parteciperanno al meeting di novembre, organizzato in modalità mista (in presenza e in videoconferenza), anche i rappresentanti del progetto per l’Albania, il Montenegro e la Regione Puglia.

L’evento sarà, dunque, un’occasione preziosa di confronto e scambio tra realtà internazionali, con l’obiettivo condiviso di intensificare un percorso di crescita già avviato, attraverso azioni congiunte che favoriscano politiche di sviluppo inclusive e sostenibili.