Progetto “Food4health”, campagna di sensibilizzazione della Regione

14

progetto food4health

Successo per lo stand della Regione alla fiera di Larino, l’assessore: “Salute dei consumatori e qualità del cibo tra principali obiettivi del nuovo Psr”

LARINO – Nell’ambito del progetto “Food4health Sustainable and innovative agri – food and fisheries value chain for SME’s cross-border market”, finanziato dal Programma di cooperazione territoriale europea Interreg IPA CBC Italia – Albania – Montenegro, la Regione Molise ha tenuto la sua campagna di sensibilizzazione su “Qualità degli alimenti, salute dei consumatori e sicurezza alimentare” durante la “Fiera di ottobre 2022”, organizzata dal 5 al 9 ottobre a Larino.

La Regione ha partecipato con uno stand informativo per diffondere il più possibile i principali valori promossi da Food4health, come ad esempio l’internalizzazione delle PMI, la valorizzazione dei prodotti agricoli tipici e locali e la salute alimentare.

Da segnalare anche due importanti eventi organizzati: venerdì 7 il seminario tematico, con relatori provenienti dal territorio ma anche dalle altre organizzazioni partner quali la Regione Puglia e l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari e Domenica 9 ottobre, a conclusione dei lavori, l’Investor Day, promosso per favorire l’incontro tra buone pratiche molisane e giovani start-up e imprenditori del settore agricolo.

“Al centro del progetto Food4health – commenta soddisfatto Nicola Cavaliere – ci sono qualità, sicurezza alimentare, tutela e valorizzazione della biodiversità, promozione della filiera corta e del biologico. Concetti strettamente legati che costituiscono anche la mission dell’Assessorato all’agricoltura della Regione Molise e che rappresentano pure gli obiettivi principali della nuova programmazione (PSR 2023 – 2027)”.

“Obiettivi che forniscono – conclude l’assessore – sia risposte concrete al crescente bisogno dei consumatori in materia di corretta alimentazione e tutela della salute che una nuova e credibile opportunità di crescita sociale, culturale ed economica per una piccola terra che in merito ha tanto da offrire in un contesto economico globalizzato”.