Provinciali, vince il centrodestra: è anatra zoppa per il presidente Coia

Provincia di IserniaISERNIA – Il centrodestra vince le elezioni provinciali di Isernia ottenendo, con il voto ponderato, 8 seggi contro i due del centrosinistra e il presidente Lorenzo Coia (Pd) dovrà guidare un consiglio con una maggioranza diversa dal suo colore politico. I 600 grandi elettori sono stati chiamati alle urne per il rinnovo della sola assise, il mandato di Coia scadrà in autunno. Il centrodestra, sostenuto dal governo Toma, è rappresentato da:

  • Manolo Sacco, sindaco di Pescolanciano e primo eletto (Popolari per l’Italia),
  • Vittoria Succi (Isernia, Popolari per l’Italia)
  • Roberto Di Pasquale (Fi),
  • Linda Marcovecchio (Udc),
  • Fabrizio Tombolini (Venafro),
  • Angelo Monaco (Fi),
  • Rita Di Pilla (Fratelli d’Italia)
  • Alfonso Cantone (Orgoglio Molise)

Il centrosinistra ha riconfermato Cristoforo Carrino e Daniele Saia: 452 i votanti, con una percentuale del 75,3% (4 punti in meno rispetto al 2017).

“I Popolari per l’Italia hanno trascinato l’intera coalizione consentendo, così, la vittoria del centrodestra alle provinciali di Isernia”. Così legge il dato elettorale Vincenzo Niro, coordinatore regionale del partito. ”Abbiamo eletto due consiglieri – ha detto ancora Niro – in assoluto i più votati”. Si tratta di Manolo Sacco e Vittoria Succi.

Quest’ultima, facendo eco all’entusiasmo di Niro, ha dichiarato: “Desidero ringraziare il partito dei Popolari per l’Italia per aver sostenuto con decisione la mia candidatura e aver scommesso sulla mia persona. Un lavoro di squadra di lealtà e serietà che ha dato ottimi risultati”.

Quanto all’anatra zoppa, ha detto: ”Sarò al lavoro nell’interesse esclusivo dei cittadini, senza alcuna ottusa ostruzione al presidente della Provincia, Lorenzo Coia, chiamato a guidare l’ente in una fase storica molto delicata”.