Riaperture: a Capracotta si temono le basse temperature

59

capracotta neveISERNIA – Prove tecniche nei locali pubblici della provincia di Isernia per la riapertura di lunedì. Tutti i titolari di attività di bar e ristorazione con il metro in mano per disporre tavoli e sedie garantendo la distanza di sicurezza.

Ci provano anche a Capracotta dove, però, il problema principale è la condizione: consumazioni di snack e pasti solo all’aperto, a fronte di temperature ben al di sotto della media stagionale. In attesa di correttivi, chiesti dal sindaco Candido Paglione, in paese si scatena la fantasia e, sui social, sono diventate virali le immagini di temerari avventori congelati in attesa che venga servita la cena.

Stesso problema anche per altri centri montani come Agnone e Pescopennataro, dove da poco si è sciolta l’ultima neve caduta qualche giorno fa. Tuttavia si respira aria di ottimismo in Alto Molise poiché hotel e B&B cominciano a ricevere prenotazioni per il mese di agosto, soprattutto da Roma e Napoli, ma non senza fare scongiuri: qualcuno ricorda che un anno si gelava anche ad agosto, con la neve che causò l’interruzione di un concerto.