San Paolo Brescia – La Molisana Magnolia 61-64: il racconto del match

14
Pallacanestro Femminile RMB Brixia Basket la Molisana Campobasso Lega Basket Femminile Serie A Techfind 2022/2023
Pallacanestro Femminile RMB Brixia Basket-La Molisana Magnolia Campobasso
Lega Basket Femminile Serie A Techfind 2022/2023
Brescia, 24/09/2022
Foto Sebastiano Ronzani // RonzaniPhoto

Il trainer rossoblù Mimmo Sabatelli: «Questa squadra non molla in nessuna circostanza: alle ragazze i miei complimenti»

BRESCIA – Ancora un successo – il quarto consecutivo – ancora una sfida risolta sui titoli di coda ed una classifica che ora recita uno score di dieci punti ed una quarta posizione dietro le tre corazzate Schio, Venezia e Bologna. La Molisana Magnolia Campobasso va a violare il PalaLeonessa di Brescia forte dei 51 punti del terzetto Milapie-Parks-Perry, sempre più riferimenti assoluti per il team rossoblù.

PARTENZA DETERMINATA – In avvio, è intorno alle proprie lunghe Milapie e Perry che i #fioridacciaio provano a prendersi l’inerzia in avvio. Sono le esterne Kacerik e Trimboli a scavare un primo solco (5-11), Brescia rientra sino a -2, ma qui le rossoblù danno vita ad un parziale di 9-0 con un finale di quarto in cui si mette in mostra Robyn Parks che porta le sue sino al +11 del 9-20.

PARZIALE HORRIBILIS – Nel secondo periodo le magnolie arrivano anche al +14 in due circostanze: la prima sul 9-23 con la tripla di Battisodo, la seconda sull’11-25 con il canestro di Milapie. È ancora la pivot francese a mantenere le campobassane ad un vantaggio in doppia cifra. Due triple di Carlotta Zanardi per le lombarde creano qualche crepa nella difesa molisana. Milapie prova a mantenere le rossoblù in linea di galleggiamento, ma un parziale di 10-0 consente al Brixia di operare il sorpasso (30-29). Parks riporta avanti le magnolie, ma è ancora la top scorer del match Zanardi (con due tiri liberi) a dare fiato alle bresciane. Così le rossoblù hanno un punto da recuperare all’intervallo lungo.

SULL’ALTALENA Il rientro dagli spogliatoi vede le magnolie infilare cinque punti in un amen con Perry ed una tripla di Kacerik. Brescia prova a riavvicinarsi, ma è ancora Perry, con una tripla, a ricacciare dietro le lombarde (34-39). Poi è Milapie, dalla lunetta, a stoppare un nuovo tentativo di casa. La lunga transalpina è on fire e consente a Campobasso di volare sino al +7 (37-44). Perry, a cronometro fermo, porta a tre i possessi di vantaggio per i #fioridacciaio (37-46), ma un nuovo parziale bresciano di 5-0 chiude il periodo (42-46) e lascia intendere che, ancora una volta, come da cinque gare a questa parte l’ultimo periodo sarà il regno di emozioni intensissime.

MAGNOLIA INSTINCT – Anche perché Brescia infila un parziale di 6-0 con cui prende due punti di margine (48-46). Perry dall’arco riporta l’inerzia dalle parti campobassane, dando il ‘la’ ad un break di 7-0 che fa veleggiare le rossoblù sul +5 (48-53). Perrry e Parks respingono i tentativi di rientro delle bresciane, che, dai liberi, rientrano e conquistano l’ultimo vantaggio di contesa sul 61-60. Nell’ultimo minuto, però, prima Milapie (con 29 secondi ancora da giocare) e poi Parks dai liberi (otto secondi prima della sirena) sigillano l’exploit per le campobassane che riescono a difendere forte e ad irretire Brescia nel doppio ultimo possesso.

IL PENSIERO DEL COACH – Al termine, così, nei pensieri di coach Mimmo Sabatelli ci sono con forza tutte le istantanee di una contesa particolarmente vibrante.

«Siamo partiti bene – spiega – rispettando pienamente il piano partita su quelli che erano stati i riferimenti che avevamo dato al gruppo in settimana. Così, in attacco abbiamo messo a segno venti punti, mentre in difesa ne abbiamo concessi solo nove. Poi, ancora una volta, siamo ripiombati in un altro momento di black-out, su cui cercheremo di indagare e lavorare ulteriormente, in cui non siamo stati in grado di fare il nostro su ambedue i fronti. Questo ha permesso loro, che non hanno mai mollato, di rientrare e dar vita ad una gara punto a punto sino a fine partita. In quella fase, però, ancora una volta, come sempre riesce a questa squadra nei momenti cruciali, abbiamo difeso forte e fatto canestro in attacco, portando a casa un altro successo».

«L’imprinting di questa squadra – prosegue il trainer campobassano – è quello di non mollare mai, anche nei momenti di difficoltà. Ognuna di loro dà fondo a tutto quello che ha e questo è un aspetto di non poco conto, tanto più in gare come queste dove hai tutto da perdere e nulla da guadagnare. E perciò ancora una volta mi sento di fare loro i miei complimenti».

SATURDAY NIGHT – Prospettiva diametralmente opposta a quella che avranno davanti a sé i #fioridacciaio per l’ottava giornata di campionato sabato sera (12 novembre) in prime time – palla a due alle ore 20.30 – contro l’imbattuta corazzata Schio (leader della classifica assieme alla Reyer Venezia).

La gara è stata anticipata rispetto alla canonica collocazione pomeridiana (le 18) e domenicale per richiesta delle venete, impegnate mercoledì contro le spagnole del Salamanca in Eurolega.

«Adesso ci godiamo questo bel successo per nulla facile e scontato – chiosa Sabatelli – e nelle prossime ore penseremo a Schio. Contro di loro, servirà una partita perfetta. Sarà una gara difficilissima, dove però non avremo nulla da perdere, ma anzi tutto da guadagnare. Da parte nostra, nella consapevolezza che sarà necessaria un’impresa, faremo di tutto per mettere in difficoltà le orange».

Del resto, trovata la perfetta media inglese, le campobassane faranno di tutto per mantenerla e portarla anche ad un saldo positivo. Così come la stessa società rossoblù è pronta a dar vita a tutta una serie di eventi a contorno della contesa, confidando – ancora una volta – in una risposta massiccia ed entusiasta dei calorosissimi aficionados dei #fioridacciaio.

TABELLINO

RMB BRIXIA BASKET SAN PAOLO BRESCIA – LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO 61-64 (9-20, 32-31; 42-46)

BRESCIA: Zanardi C. 22 (3/6, 3/9), Tomasoni (0/1, 0/1), Johnson 11 (3/9, 1/5), Molnar 10 (3/5, 1/6), Miller McCray 11 (4/7); Rainis (0/1, 0/1), Scarsi 2 (1/2), Valli 3 (0/1, 1/2), De Cristofaro (0/2 da 3), Pinardi 2 (1/1, 0/1). Ne: Bordiga e Scalvini. All.: Zanardi S.

CAMPOBASSO: Trimboli 4 (2/5, 0/2), Kacerik 6 (2/5 da 3), Parks 18 (7/16, 0/3), Perry 16 (3/5, 3/7), Milapie 17 (7/11); Togliani (0/3, 0/2), Nicolodi (0/3, 0/1), Battisodo 3 (1/3 da 3), Narvičiūtė (0/1). Ne: Giacchetti. All.: Sabatelli.

ARBITRI: Minati (Firenze), Culmone (Bologna) e Mura (Cagliari).

NOTE: tiri liberi: Brescia 13/17; Campobasso 8/13. Rimbalzi: Brescia 45 (Miller McCray 17); Campobasso 38 (Perry 7). Assist: Brescia 11 (Zanardi 5); Campobasso 11 (Kacerik 3). Progressione punteggio: 9-11 (5’), 20-27 (15’), 37-39 (25’), 48-53 (35’). Massimo vantaggio: Brescia 2 (48-46); Campobasso 14 (11-25).