Selvaggia Lucarelli risponde alle critiche e annuncia: “Sto cercando casa in Molise”

52

Selvaggia Lucarelli a Bonefro

CAMPOBASSO – Alla maggior parte dei molisani sono piaciuti (e tanto) gli apprezzamenti che Selvaggia Lucarelli ha rivolto alla nostra regione dopo averla visitata in lungo e in largo. D’altronde chi segue da tempo la nota giornalista e blogger conosce bene la sua ironia, e proprio per questo sa quanto il suo articolo su Il Fatto Quotidiano fosse pieno di complimenti ed elogi al Molise, seppur conditi da una lettura simpatica che, comunque, tutto era tranne che un’offesa. Pertanto fraintendere lo stile di Selvaggia ritenendolo addirittura un oltraggio alla nostra terra è sbagliato. Eppure qualcuno ha voluto esprimere il suo disappunto verso le parole della Lucarelli, criticando la diretta interessata.

Lei, dal canto suo, oggi ha voluto precisare quanto segue su Facebook: “Durante il mio viaggio in Molise ho raccontato la regione con foto sui social, ho visitato aziende del luogo, ho parlato con proprietari di ristoranti, con chi ha costruito sentieri per far arrivare i turisti alle cascate senza l’aiuto della politica, con chi ha l’unico b&b in un paese quasi disabitato, ho visitato non so quanti paesi, ho scritto una pagina intera sul Fatto, a breve pubblicherò un video realizzato con il drone. Lo stesso ha fatto Lorenzo. Ho scritto che è una regione struggente e meravigliosa, dimenticata, così abituata a bastare a se stessa che non si ricorda neanche più di raccontarsi. Ho ricevuto così tanto affetto dai molisani che qualche lettera l’ho anche pubblicata sul Fatto”.

Tuttavia, come si diceva, qualcuno ha rimproverato alla Lucarelli di aver evidenziato che non ci sono indicazioni sulla strada che porta al sito archeologico di Sepinum. Ebbene, che questa cosa piaccia o meno, bisogna però ammettere che Selvaggia ha sollevato un problema oggettivamente innegabile. Dure parole sono arrivate anche dall’assessore al turismo del Comune di Isernia, Eugenio Kniahynicki, che ritiene che i molisani non siano usciti bene dal racconto della Lucarelli. Lei risponde: “Spero che il Molise abbia un domani pieno di turisti, di cartelli che indicano le bellezze del luogo e, soprattutto, di politici all’altezza, a partire da quelli che si occupano di turismo. Viva il Molise, e a presto – conclude a sorpresa Selvaggia – visto che proprio lì stiamo cercando una casa”.