Termoli, rischio assembramenti: l’appello del Comune

32

comune termoli

TERMOLI – Dopo un lungo periodo la città di Termoli è riuscita ad abbandonare la zona rossa. Sono stati mesi difficili, ma grazie all’attenzione messa in campo da tutti e ai sacrifici fatti si è tornati in zona arancione riacquistando un minimo di normalità ed una tranquillità apparente. Ci sono però alcune categorie che aspettano ancora di poter riaprire le proprie attività ed a questo punto non si possono vanificare tutti gli sforzi fatti.

Gli indici di contagio negli ultimi giorni sembrano indicare una strada in discesa e la prossima settimana, se nulla dovesse cambiare, l’intera regione potrebbe passare in zona gialla. Tuttavia l’amministrazione comunale intende richiamare nuovamente al buon senso di tutti, per non vanificare quanto fino ad oggi si è faticosamente raggiunto. Un appello viene rivolto soprattutto ai più giovani. Le raccomandazioni sono sempre le stesse, prima di tutto evitare gli assembramenti nei luoghi più sensibili della città.

La pandemia non è stata ancora debellata ed è quindi necessario osservare quanto sancito attraverso gli ultimi Dpcm. Bisogna ancora utilizzare le mascherine, rispettare le distanze di sicurezza e igienizzare spesso le mani. Piccole fondamentali regole per cercare di compiere un ulteriore passo in avanti e affrontare i mesi più caldi dell’anno in tutta tranquillità.

Lo stesso invito viene rivolto anche ai genitori affinchè riescano a far capire ai propri figli come comportarsi spiegando che, nonostante tutto, il pericolo non è ancora superato e che il virus e la catena dei contagi, a causa delle varianti, sono sempre dietro l’angolo. Con il rispetto delle regole e con la campagna vaccinale che entrerà a regime, il processo per arginare il Covid-19 diventerà sempre più incisivo, ma resta fondamentale non abbassare la guardia.