Truffa a Larino, 58enne pescarese finisce agli arresti domiciliari

63

LARINO – Un 58enne pescarese è stato arrestato dalla Squadra Mobile della polizia di Pescara perché ritenuto responsabile del reato di truffa. I fatti che gli vengono contestati sono avvenuti in Molise, e per la precisione a Larino, in provincia di Campobasso, nel 2016. Il 58enne deve espiare una pena di 1 anno e 7 mesi di detenzione ai domiciliari.

Dopo le formalità di rito, è stato dunque accompagnato presso la propria abitazione per scontare la condanna. Non è la prima volta che l’uomo finisce nei guai per truffa: dieci anni fa era rimasto coinvolto nell’operazione ‘Hot line’ della squadra Mobile di Ascoli Piceno, che riguardava le telefonate verso numeri a tariffazione speciale (899).