Uil: “Rivedere il Programma operativo straordinario 2015-2018”

73

CAMPOBASSO – Torna di nuovo in cronaca il Programma operativo straordinario (Pos) 2015-2018 predisposto dalla struttura commissariale del Molise e approvato con legge dello Stato. Sui contenuti del Pos interviene la segretaria regionale della Uil, Tecla Boccardo, affermando che il documento di programmazione sanitaria “limita il Molise”.

“Bisogna avere il coraggio di invertire la rotta – spiega – guardando ad una programmazione di medio e lungo termine che sappia cogliere le opportunità e non distruggerle, attraverso una seria riorganizzazione del Sistema sanitario regionale che punti alla qualità”.

Per la sindacalista è necessario puntare sulla mobilità attiva: “Se cittadini di altre regioni vengono da noi a curarsi, convinti dalla qualità della nostra rete ospedaliera pubblica o accreditata e si riduce invece il numero dei molisani che emigrano in cerca di cure – osserva – questo crea da noi un aumento dei posti di lavoro, sviluppa l’indotto, evita che le risorse regionali creino ricchezza altrove”.