Venolea 2018, presentata la giuria del concorso

venolea 2018

Si tratta del concorso fotografia e pittura riservato alle scuole medie del Molise dal titolo “Bello e buono come l’olio”

VENAFRO – Definita la giuria chiamata a valutare le opere arrivate in occasione del concorso di fotografia e pittura riservato alle scuole medie del Molise: “BELLO E BUONO COME L’OLIO”, organizzato dall’associazione “TERRA TRICOLORE”, previsto all’interno di “VENOLEA”, evento che si svolgerà a Venafro il 30 dicembre 2018, alle ore 10.30, presso la Palazzina Liberty, trav. Lavatoio.

Il tema del concorso è dedicato interamente al ciclo produttivo dell’olio di oliva, dalla spremitura dei frutti dell’olivo, alle piante di ulivo ed è patrocinato dall’Assessorato Regionale alla cultura e turismo riservato agli studenti delle secondarie di primo grado della regione Molise,

La giuria che ha lo scopo di verificare chi tra gli studenti ha saputo rappresentare nel modo migliore la cultura olearia contadina, che è alla base della produzione dell’olio nel nostro territorio, è composta dall’architetto Antonio Pallotta, dal dott. Domenico Padula, e dal fotografo Massimo Palmieri.

I membri della giuria provengono dai settori del design, pittura, fotografia e dal mondo scolastico. Sono tutte personalità di rilievo e autorevoli nelle rispettive sfere di specializzazione e hanno un notevole background maturato nella loro carriera professionale.

Domenico Padula, dirigente scolastico in pensione. Ex sindaco del comune di Pescolanciano, dove ha istituito tre musei: il museo della ceramica , museo “Cento castelli più belli d’Italia”, museo della civiltà contadina,

Pallotta Antonio, ha conseguito la laurea in Architettura presso la Facoltà di Pescara nel 2008. Architetto e artista si occupa anche di poesia e di filosofia. Dal 15 gennaio 2013 è il presidente dell’associazione SM’ART – l’arte sm! con la quale, in veste di direttore artistico, organizza il P.A.C.I. Premio Auditorium Città di Isernia ed altri eventi artistici. Si avvicina all’arte con delle opere che rievocano la temperie culturale del cyberpunk e le teorie di Donna Haraway. Abbandonata quella ricerca dal 2012, si dedica all’ “interarting”, richiamandosi all’eventualismo, alle avanguardie artistiche dell’arte programmata, alle esperienze di Piero Manzoni, di Gianni Colombo e del gruppo T. Della sua ricerca fanno parte anche i tentativi di approfondimento degli apparati e dei retroterra teorico-filosofici.

Massimo Palmieri, esperto in fotografia Officine Cromatiche – fotoamatori Isernia nasce dalla passione di un gruppo di amici per la fotografia. L’associazione ha una lunga esperienza nel campo della fotografia, organizza corsi di fotografia base, workshops, camera oscura, sviluppo e stampa tradizionale. Innumerevoli le mostre prodotte finora, durante le quali i lavori esposti hanno riscosso consenso ed apprezzamento unanime; da tre anni organizzano il concorso fotografico nazionale “CITTA’ DI ISERNIA”

I giudici baseranno la selezione dei contributi sui seguenti elementi: il valore estetico generale, l’interesse visivo dei disegni e fotografie presentate; l’impatto che ha l’opera per il tema trattato nel concorso

Le opere sono giunte dai seguenti comuni: Cerro al Volturno, Colli al Volturno, Fornelli, Montecilfone, Carovilli, Agnone e Sesto Campano.

La premiazione avverrà il giorno 30 dicembre ore 10,30 presso la palazzina Liberty- traversa Lavatoio, Venafro. I vincitori, (uno per la sezione fotografia e uno per la sezione pittura) avranno in premio un tablet tecnologia Android, 10”, catalogabile nella fascia commerciale media alla presenza delle autorità.