Violenze: al via a Campobasso corso per ‘Codice rosa’, presente anche la famiglia di Jennifer Sterlecchini

74
Jennifer Sterlecchini

CAMPOBASSO – Al via a Campobasso la seconda edizione del corso di formazione “Contrasto alla violenza di genere e strategie di intervento”, istituito presso l’Università del Molise. Si tratta di un progetto che vede coinvolti l’Ufficio della Consigliera di Parità, Regione Molise, Procura generale presso la Corte d’Appello, le Procure di Campobasso, Isernia e Larino (Campobasso), le Questure di Campobasso e Isernia e l’Azienda sanitaria regionale (Asrem).

All’incontro inaugurale della seconda annualità ha partecipato anche la famiglia di Jennifer Sterlecchini, la ragazza di Pescara di 26 anni morta a dicembre scorso accoltellata dall’ex compagno. Inoltre, in qualità di relatore, era presente il prefetto di Pisa Francesco Tagliente. Il Corso ha la finalità di formare esperti nella prevenzione della violenza di genere per così progettare e realizzare politiche ed altri interventi volti a sensibilizzare, prevenire e proteggere i soggetti ‘deboli’ della società con particolare riferimento alla violenza sulle donne e alla violenza domestica.

Interessa tutti coloro che entrano a più stretto contatto con chi subisce e anche con chi mette in atto la violenza: psicologi, assistenti sociali, sociologi, educatori, operatori di primo soccorso, forze dell’ordine, consulenti legali, mediatori familiari, criminologi, operatori dei centri di ascolto e di accoglienza, insegnanti, volontari, operatori della comunicazione.

In questa direzione va il ‘Codice rosa’, promosso dalla Consigliera di Parità Giuditta Lembo. Nei Pronto soccorso degli ospedali regionali sarà attivo un servizio con una equipe multiprofessionale per assistere e curare le donne vittime di violenza sessuale e domestica, ma anche soggetti ‘deboli’ come anziani e bambini vittime di abusi, discriminazioni sessuali, molestie o violenze anche in ambito lavorativo.