Virtus Bologna – La Molisana Magnolia: dove vedere la diretta

27
difesa campobasso
difesa della Magnolia Campobasso – photocredit: Luigi Farina

Tra le rossoblu ancora problematiche nel settore delle lunghe: assente Sanchez, a rischio anche Tikvić ed Ostarello. Sabatelli: «Limitare i loro riferimenti per mantenere una gara all’insegna dell’equilibrio»

CAMPOBASSO – L’epilogo di una settimana intensa iniziata domenica con l’exploit chiave sul parquet di Broni e proseguita mercoledì con una performance di tutta sostanza contro Schio nel recupero del quattordicesimo turno. In una sorta di particolare ‘scherzo del destino’, al di fuori di quello che è il periodo quaresimale, La Molisana Magnolia Campobasso non ha ancora una volta nemmeno il tempo di godersi quanto costruito che è già tempo di proiettarsi su di un nuovo progetto. E – così come nell’ultimo confronto – con un’altra big della Techfind Serie A1: la Virtus Bologna. Gara in programma sabato 27 febbraio alle ore 15. Il match di potrà seguire in diretta su Lbtfv.it (servizio a pagamento).

NUOVA SFIDA  Per i #fioridacciaio la sfida alle felsinee sarà nello scenario della Segafredo Arena in Emilia. «Il calendario ci consegna questo sviluppo – spiega proiettandosi sul match il tecnico delle rossoblù Mimmo Sabatelli – per un incrocio tutt’altro che semplice e con poco tempo per preparare al meglio la contesa. Abbiamo un’idea chiara di quanto dobbiamo fare e proveremo a seguire al meglio la traccia che abbiamo predisposto».

PRIMO POMERIGGIO – Ad un orario senz’altro particolare per le abitudini delle rossoblù – la palla a due sul match è fissata alle ore 15 di sabato 27 febbraio – le campobassane cercheranno di contrastare «un’avversaria molto forte che sta disputando un grandissimo campionato. La palla a due nel primo pomeriggio? Rappresenta esclusivamente un aspetto a latere».

DUBBIO CROATO – In una stagione in cui la sorte ha più di una volta girato le spalle alle campobassane, anche per la trasferta di Bologna le rossoblù rischiano di dover fare i conti con delle rotazioni risicate. Con tutta probabilità, infatti, Tikvić andrà a referto solo per onor di firma. «Gli strascichi della gara con Schio – spiega Sabatelli – hanno evidenziato una botta per Ivana. Lo staff medico sta ancora valutando l’entità del problema. E, in base a quello che sarà l’esito, ci regoleremo di conseguenza».

COME ALL’ANDATA – Di fatto, considerando anche le non perfette condizioni fisiche di Ostarello e l’assenza di capitan Carolina Sanchez (ancora in Argentina), per il match con le emiliane, le rossoblù si ritroveranno sostanzialmente nelle stesse condizioni del match d’andata disputato lo scorso 21 novembre, ossia con delle opzioni risicate nel reparto delle interne, settore dove Bologna può contare su due pedine del calibro della croata Begic e dell’australiana Bishop.

«Senz’altro la situazione ricorda per certi versi quella vissuta poco più di due mesi fa, però la possibilità di far recuperare le nostre giocatrici, considerando anche la successiva sosta per la Final Eight di Coppa Italia in programma proprio a Bologna, potrebbe essere l’occasione di presentarsi al meglio al rush finale di stagione».

PROSPETTIVE E REALTÀ – Del resto, vista dall’esterno, la stagione delle magnolie – per quanto fatto vedere sul parquet in più di una circostanza – porta con sé, con forza, un senso di ‘incompiuto’ per quanto sarebbe potuto essere se il gruppo rossoblù avesse potuto disputare senza intoppi la stagione.

«Non è stata senz’altro un’annata fortunata – argomenta Sabatelli – ma non bisogna piangersi addosso pensando a quali traguardi poteva raggiungere quest’organico nella sua interezza. Il nostro obiettivo, ora, è quello di proseguire nel nostro attuale percorso di crescita, cercando di raggiungere il prima possibile la certezza di essere salvi, traguardo di rilievo per quella che è la nostra prima stagione nella massima serie cestistica in rosa, così da poter proseguire ulteriormente nel nostro cammino di miglioramento con la prossima stagione, forti di un anno in più di esperienza e di nuovi aspetti su cui poter poggiare le nostre analisi».

FUTURO PROSSIMO – Un passo, questo, propedeutico a quel concetto di ‘programmazione’ tanto caro ai vertici dirigenziali del club del capoluogo di regione.

«Questi aspetti riguardano la politica societaria e, conoscendo i vertici del nostro club, senz’altro avranno iniziato qualche riflessione in prospettiva futura. Sul versante agonistico, come squadra però, dobbiamo cercare di ottenere il prima possibile la permanenza in categoria. Al resto penserà la competenza del nostro organigramma dirigenziale determinato a vincere la propria partita».

INDICATIVO PRESENTE – Prima di allora, però, nei pensieri dell’entourage rossoblù c’è la sfida di Bologna. «Loro – chiosa coach Sabatelli entrando nel novero del piano partita – hanno tre straniere di assoluto impatto come Williams, Begic e Bishop, fulcro di un gruppo che, oltre al proprio nucleo storico, può contare anche su due elementi d’esperienza per la categoria come Battisodo e Barberis. Stanno dando vita ad un torneo di tutto rilievo (le emiliane sono attualmente quarte, ndr) e, per cercare di portare il confronto dalla nostra parte, dovremo limitare i loro punti di forza per provare a mantenere il più a lungo la contesa sui binari dell’equilibrio. Con certezza, non saremo al completo nel reparto delle lunghe, dove loro sono più performanti, ma proveremo a giocarcela lo stesso sino in fondo».

COORDINATE TECNICHE – Per quello che sarà l’unico anticipo del ventunesimo turno è stata designata una terna composta da Andrea Chersicla di Oggiono, da Pasquale Pecorella di Trani e da Chiara Corrias di Cordovado. La gara sarà trasmessa in esclusiva diretta streaming sulla piattaforma pay Lbftv, la webtv della Lega Basket Femminile.